CPU

Apple Mac mini 2014: nuovo hardware e prezzo più basso

Apple ha aggiornato il Mac mini dopo quasi due anni. La casa di Cupertino ha rivisto le specifiche di questo piccolo computer che rappresenta la porta d'accesso al mondo OS X. Il design è quello di sempre, ma a bordo troviamo i microprocessori Intel Core di quarta generazione Haswell, il Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4 e due porte Thunderbolt 2. Non mancano inoltre quattro porte USB 3, HDMI, SDXC, jack per audio e cuffie e Gigabit Ethernet.

Il Mac mini è disponibile in tre modelli standard: con processore Intel Core i5 dual-core a 1.4 / 2.7 GHz, 4 GB di memoria, Intel HD Graphics 5000 e disco rigido da 500 GB e un prezzo di 519 euro. Poi c'è il modello con Intel Core i5 dual-core a 2.6 / 3.1 GHz, 8 GB di memoria, Intel Iris Graphics e disco rigido da 1 TB al prezzo di 719 euro. Infine ecco la soluzione migliore con Core i5 dual-core a 2.8 / 3.3 GHz, 8 GB di RAM, Intel Iris Graphics e Fusion Drive da 1 TB al prezzo di 1019 euro.

Apple offre anche qualche margine di aggiornamento, con prezzi che ovviamente lievitano. Chi opta per la versione base può incrementare la RAM a 8 o 16 GB (+100 euro e +300 euro) e optare per il Fusion Drive da 1 TB (+250 euro), mentre la soluzione intermedia è aggiornabile con una CPU Core i7 dual-core a 3 / 3.5 GHz (+300 euro), un SSD da 256 GB o un Fusion Drive da 1 TB (entrambi richiedono 200 euro di esborso in più) e ovviamente fino a 16 GB di RAM (+200 euro).

La soluzione di fascia più alta può essere migliorata con un Core i7 dual-core a 3 / 3.5 GHz (+200 euro) e 16 GB di RAM (+200 euro), mentre sul fronte dell'archiviazione dal Fusion Drive da 1 TB si può passare a un'unità SSD da 256 GB senza costi aggiuntivi, oppure sborsare 300 euro o 800 euro in più per soluzioni rispettivamente da 512 GB o 1 TB.

A differenza della precedente generazione di Mac mini non c'è un modello con CPU quad-core Core i7 e a quanto pare la RAM è saldata (Apple parla di memoria aggiornabile solo sull'Apple Store), per cui sostituirla da soli non è un'opzione praticabile. L'azienda, con questo annuncio, ha inoltre deciso di terminare la vendita della versione server del Mac mini, che così cessa di esistere.