Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Periferiche di Rete

Arlo Ultra: telecamera senza fili con video in 4K e un design molto curato

Arlo è uno dei marchi più conosciuti nell’ambito delle videocamere senza fili. Grazie alla fortunata serie Arlo, sono riusciti a proporre qualcosa che sembrava impossibile: una camera completamente senza fili capace di funzionare per quasi sei mesi senza dover ricaricare le batterie.

Questa caratteristica ne ha fatto la fortuna e adesso Arlo, che sta per diventare un marchio indipendente staccandosi dalla casa madre Netgear, presenta li nuovo prodotto di fascia alta: Arlo Ultra.

Come si intuisce dal nome, la prima caratteristica che salta agli occhi è quella del nuovo formato video, dal momento che adesso supporta il 4K. Ma questa è solo la punta dell’iceberg. Più importante del numero di pixel è sempre la qualità dell’immagine ed è esattamente il settore dove sono stati concentrati gli sforzi.

La nuova Arlo Ultra supporta il 4K, l'HDR, la visione notturna tramite infrarossi e anche un algoritmo di riduzione del rumore di fondo per cogliere meglio i rumori.

Innanzitutto, Arlo Ultra supporta l’HDR e questa è una grande comodità, perché non sempre abbiamo molte opzioni per piazzare la videocamera e se le nostre uniche scelte ci costringono a miscelare zone d’ombra e di luce piena, l’HDR ci garantisce comunque di avere una immagine ben leggibile.

La maggior risoluzione, ovviamente, permette di avere più dettagli rispetto alle precedenti versioni, ma in più nella versione Ultra il campo inquadrato è stato portato a 180° (sulla diagonale) con la piena correzione dell’effetto grandangolo.

Vicino all’obiettivo è stata sistemata una coppia di LED bianchi. La ripresa infrarossa notturna è rimasta, ma con questa nuova opzione si possono anche riprendere i colori della scena buia inquadrata oppure programmare la camera per accendere la luce se viene rilevato un movimento.

Un grande miglioramento è stato apportato anche alla parte audio della camera. Le camere Arlo, infatti, da sempre possono funzionare come “citofoni”, ma adesso è stato implementato un algoritmo di machine learning per il miglioramento del sonoro, particolarmente utile per eliminare il rumore di fondo che diventa spesso molto fastidioso quando la camera viene installata all’aperto, magari in una zona trafficata, o durante i temporali.

Il design della camera è stato ripensato, con un accesso alla batteria molto diverso. Mentre prima la videocamera si apriva letteralmente in due per permettere il cambio, adesso un sistema a pressione la espelle dal basso, mantenendo il corpo principale unico e più robusto.

Anche il cavo per l’eventuale ricarica è cambiato, passando dal cavo USB, che dava poche garanzie in fatto di resistenza alle intemperie, a un connettore magnetico dedicato molto più agevole da usare e a prova d’acqua.

Chi acquisterà una camera Arlo Ultra, inoltre, avrà accesso per un anno al servizio Arlo Smart Premiere, il nuovo sistema di gestione delle telecamere Arlo che grazie a degli algoritmi di intelligenza artificiale sono in grado di riconoscere i soggetti ripresi e permettere al proprietario di non lanciare avvisi per alcune categorie, come gli animali domestici o le piante agitate dal vento.

Le Arlo Ultra saranno disponibili in Italia dal 2019 in pacchetti che includono lo smartHub, riprogettato per gestire il video in 4K e gli accessori IoT che arriveranno nei prossimi mesi, oppure come camere singole ai senguenti prezzi:

 

 

–        Ultra SmartHub: prezzo consigliato 199,99€

–        Ultra Add On: prezzo consigliato 379,99€

–        Ultra 1-cam system: prezzo consigliato 499,99€

–        Ultra 2-cam system: prezzo consigliato 799,99€

–        Ultra 3-cam system: prezzo consigliato 999,99€

–        Ultra 4-cam system: prezzo consigliato 1.299,99€