Tom's Hardware Italia
Schede madre

Asus Maximus VII Formula: Z97 e overclock ai massimi livelli

Asus ha presentato una nuova scheda madre chiamata Asus Maximus VII Formula. Destinata a un pubblico di appassionati e overclocker, è dotata di un raffreddamento ibrido per la circuiteria di alimentazione.

La famiglia di schede madre Republic of Gamers (ROG) di Asus si espande con la nuova scheda madre ATX Maximus VII Formula. Questa soluzione è disponibile anche con il gioco Watch Dogs in bundle ed è stata creata attorno al chipset Z97 Express di Intel e ai processori LGA 1150 – Core di quarta e quinta generazione, Haswell e Broadwell.

La soluzione di Asus è rivolta a un pubblico esigente, più in particolare gli overclocker, con supporto alla memoria dual-channel (4 DIMM per un massimo di 32 GB) fino a oltre 3300 MHz e la possibilità di creare piattaforme Quad-SLI o 3-Way CrossFireX per avere tutta la potenza grafica necessaria (e oltre).  Sono infatti presenti due slot PCI Express 3.0 x16 (x16/x0 – x8/x8), uno slot PCI Express 2.0 x16 (modalità massima x4), tre slot PCIe 2.0 x1 e uno slot mini-PCIe 2.0 x1 sulla scheda mPCIe Combo III – dove trova spazio anche un socket M2 type 2260 – offerta con la motherboard.

La nuova motherboard è poi all'avanguardia sul fronte dell'archiviazione grazie a due porte SATA Express (una gestita dallo Z97 e una da un controller ASMedia), dieci SATA 6 Gbps, otto USB 3.0 e sei USB 2.0.

Fin dal primo sguardo non passa inosservato il sistema di raffreddamento CrossChill Copper, una soluzione che combina il raffreddamento ad aria con una a raffreddamento a liquido sopra la circuiteria di alimentazione. Asus si è avvalsa di rame resistente alla corrosione per mantenere una temperatura in quell'area della motherboard, importantissima ai fine della stabilità, più bassa di un massimo di 23°C rispetto al solo raffreddamento ad aria – passivo.

Il regolatore di tensione DIGI+ III è dotato di NexFET MOSFET che forniscono un'efficienza fino al 90% durante la normale operatività, durano più a lungo e hanno dimensioni pari alla metà rispetto ai MOSFET standard. Sono presenti induttori BlackWing 60A che distribuiscono energia con una perdita minima e con basse temperature, mentre i condensatori giapponesi 10K Black durano cinque volte più lungo dei condensatori tradizionali. C'è anche la tecnologia TrueVolt 5V, che fornisce una tensione stabile alle porte USB posteriori e anteriori.

Il resto della motherboard è "ricoperto" dalla ROG Armor, una soluzione in due parti che unisce una copertura di plastica ABS sul davanti e una protezione in SECC nella parte posteriore. La copertura ABS blocca il calore della scheda grafica, abbassando le temperature della motherboard. La protezione posteriore SECC impedisce alla motherboard di piegarsi ed è dotata di pad termici per allontanare il calore dai componenti cruciali più rapidamente.

Il comparto audio è garantito da una soluzione SupremeFX Formula 2014, con protezione delle interferenze elettromagnetiche, un rapporto segnale rumore 120 dB e un convertitore DAC – digitale/analogico – Cirrus Logic CS4398 disponibile attraverso l'uscita posteriore. Il tutto è garantito da condensatori ELNA e WIMA e non manca un amplificatore Texas Instruments LM4562 che garantisce un'impedenza fino a 600 Ohm per le cuffie tramite l'uscita posteriore. La SupremeFX Formula 2014 include anche la tecnologia Sonic SenseAmp per rilevare automaticamente l'impedenza delle cuffie e agire di conseguenza sull'amplificatore.

Il comparto di rete è garantito dal chip Gigabit LAN Intel I218-V con Asus GameFirst III e LANGuard, per dare priorità ai pacchetti dati legati ai videogiochi e garantire protezione contro scariche elettrostatiche. Infine i prezzi: per ora non sono noti i listini italiani, ma negli Stati Uniti la versione con Watch Dogs costerà 369 dollari, mentre quella standard avrà un prezzo di 319 dollari.