Computer Portatili

Asus Transformer Book Duet con Android 4.1 e Windows 8.1

Asus esordisce al CES di Las Vegas con il Transformer Book Duet TD300, un tablet con tastiera dock caratterizzato dal dual boot con i due sistemi operativi Android 4.1 4.2 e Windows 8.1. L'azienda lo definisce un prodotto quad-mode perché capace di funzionare sia come tablet sia come notebook (agganciando la tastiera), con le app di entrambi i mondi.

Il passaggio da Android a Windows e vice versa avviene in 8 secondi mediante il pulsante Instant Switch, che non richiede il riavvio manuale del dispositivo. L'idea non è nuova: molti ricorderanno il Transformer Book Trio presentato da Asus lo scorso anno. La differenza è nelle dimensioni, decisamente più abbondanti in questa rivisitazione, e nella dotazione più potente, che passa dall'Atom ai processori Intel Core.

Asus Transformer Book Duet TD300

Si tratta di un supertablet con schermo IPS da 13,3 pollici HD o 1080p a seconda delle versioni, che esordirà in due configurazioni, contraddistinte dal processore Core i7, Core i5 o Core i3 e 4 GB di memoria RAM. Sono poi previsti 128 GB di spazio di archiviazione (espandibili mediante microSD), a cui si aggiunge 1 TB collegando la base dock, che offre inoltre le connessioni USB (2 3.0 e altrettante 2.0), Ethernet e HDMI. Il tablet dispone invece di Wi-Fi ac e Bluetooth 4.0 con EDR.

###old2751###old

Le dimensioni sono forse l'elemento che spiazza maggiormente considerando l'uso come tablet: 342,7 x 216,3 x 12,9 millimetri, a cui si somma la dock che misura 340,9 x 217,6 x 16 millimetri. Il peso è di 1,9 chilogrammi per l'unità completa, e 997 grammi per il solo tablet. Del resto Asus potrebbe avere semplicemente anticipato i tempi, se consideriamo che si ricorrono da tempo le indiscrezioni su progetti Samsung e Apple per prodotti con schermi fra 12 e 13 pollici.

Il Transformer Book Duet TD300 arriverà in Asia e in Europa con tempi e prezzi da definire. In Italia potrebbe arrivare in commercio in primavera, ma l'informazione è ancora da definire. Quanto sareste disposti a pagare per questo prodotto?