Computer Portatili

Asus VivoBook S300: ultrasottile da 13 pollici da 695 euro

VivoBook S300 è il nuovo notebook ultrasottile che Asus ha messo in mostra alla Design Week di Milano. Fa parte della gamma VivoBook di cui abbiamo già avuto modo di provare il VivoBook S200 di fascia più bassa, il VivoBook S400 e S500 di fascia più alta.

Asus VivoBook S300

A distinguere il nuovo arrivato è la soluzione di compromesso sulla dimensione: si tratta infatti di un modello con schermo da 13,1 pollici, che arriva in commercio in due configurazioni dal prezzo accettabile. Il modello S300CA-C1015H è quello di fascia più alta, con processore Core i5-3317U a 1.7 GHz, affiancato da 4 GB di memoria RAM e da uno spazio di archiviazione di 500 GB. L'S300CA-C1016H è invece quello più economico, con CPU Core i3-3217U a 1.8 GHz e identica dotazione a corredo.

Il primo ha un prezzo di listino di 775 euro, quello con Core i3 si ferma invece a 695 euro. I rivenditori online propongono prezzi minimi di 500 euro per il modello Core i3 e di 550 euro per il Core i5. In entrambi i casi la mancanza del supporto flash NAND non consente la nomina ufficiale a ultrabook, anche se questi due prodotti pesano 1,75 chilogrammi e misurano 331 x 234 x 21 millimetri.

###old2196###old

La dotazione comune prevede la presenza di schermi touchscreen a 10 punti di contatto con retroilluminazione a LED e risoluzione di 1366 x 768 punti. Il produttore ci ha spiegato un dettaglio interessante della nuova politica commerciale di Asus per gli ultrasottili: tutti i modelli della gamma VivoBook hanno lo stesso prezzo, a parità di configurazione e a prescindere dalla dimensione dello schermo.

Ne risulta che i prodotti con Core i5 da 13, 14 e 15 pollici costano la stessa cifra, così come quelli con Core i3. Asus pensa in questo modo di semplificare la scelta liberando il consumatore dall'obbligo di incrociare tutti i dati delle configurazioni. Una volta deciso di quale processore si necessita, si è liberi di decidere la dimensione del display. Ricordatevi solo che scegliendo il 13,1 pollici non avrete la flash NAND in dotazione, che accelera leggermente i tempi di avvio del sistema operativo.

Un'altra curiosità che ci ha svelato Asus riguarda i touchscreen onnipresenti su tutta la gamma. Il produttore ci ha spiegato che sta semplicemente anticipando i tempi perché da giugno lo schermo touch sarà obbligatorio sugli ultrabook. Peraltro anche il Digitimes conferma: il touchscreen sarà nell'elenco dei requisiti minimi per poter apporre il marchio ultrabook sui prodotti con Haswell.