Storage

Blackout fabbrica Samsung, memorie degli SSD in fumo

Secondo diverse notizie provenienti da fonti di Taipei e Corea del Sud, l'impianto di Samsung a Pyeongtaek ha subito un'interruzione di corrente il 9 marzo. L'assenza di energia è durata solo 30 minuti, ma l'impatto economico e produttivo potrebbe essere stato importante.

Si parla di "diversi dollari al secondo" persi e fino a 60.000 wafer danneggiati, circa l'11% della capacità produttiva di NAND flash totale di Samsung per marzo. Dato il peso dell'azienda sudcoreana nella produzione di questo tipo di memoria, si parla di un 3,5% della produzione mondiale di wafer di memoria NAND svanita nel nulla.

L'aumento della produzione, sia da parte della stessa Samsung che dei suoi concorrenti, dovrebbe compensare il risultato di tale imprevisto. Fortunatamente i produttori di memoria NAND Flash possono contare su una piccola scorta di chip grazie alle ultime soluzioni a 64 e 72 layer.

Dobbiamo ancora assistere alla reazione del mercato su quanto successo il 9 marzo, ma con il diffondersi della notizia potremmo vedere alcuni aumenti di prezzo, che dovrebbero rientrare non appena l'impianto di Pyeongtaek tornerà a funzionare a pieno regime.

A fine mese Samsung inizierà l'espansione della fabbrica di Xi'an che è stata costruita nel 2014. L'impianto produce attualmente circa 120.000 wafer al mese, ma si salirà di altri 200.000 alla fine dei lavori. Samsung prevede un esborso di 7 miliardi di dollari in tre anni, ma i primi effetti dell'espansione sul mercato potrebbero iniziare a vedersi nel 2019.

La rapida crescita del mercato datacenter dovrebbe sostenere la crescita del fatturato e dei margini della divisione memorie di Samsung nel 2018 secondo gli analisti di Trendforce.

Nel quarto trimestre 2017 il fatturato di Samsung è cresciuto del 9,8% rispetto ai 6,17 miliardi del trimestre precedente, spinto dai mercati server e smartphone che hanno non solo incrementato le consegne, ma anche il prezzo medio di vendita.


Tom's Consiglia

Anticipa l'aumento dei prezzi acquistando un velocissimo 960 EVO da 500 GB per mettere il turbo al tuo computer.