Software

Caratteristiche e vantaggi

Pagina 5: Caratteristiche e vantaggi




Caratteristiche e vantaggi

Oltre alle intuibili conseguenze morali, le licenze Open Source
garantiscono alcuni vantaggi pratici, che fanno sì che la
loro adozione possa essere vantaggiosa anche all’interno del mondo
aziendale o in altri ambienti non necessariamente interessati
alla moralità delle scelte.

Innanzitutto dato che il codice sorgente è visibile e studiabile,
viene generalmente esaminato da alcune persone esterne al progetto che
quindi possono accorgersi di eventuali comportamenti non voluti,
come backdoor e simili; tra l’altro il fatto stesso di rilasciare i
sorgenti agisce da deterrente per il loro inserimento.
Un’altro vantaggio della disponibilità del codice sorgente
è dato dalla elevate possibilità di personalizzazione dei
programmi, tra l’altro potendo (ma senza essere obbligati) fornire le
modifiche effettuate a terze persone.

Se quanto citato sopra può essere di interesse limitato
per coloro che non hanno capacità e risorse per modificare
effettivamente il programma, altre questioni possono essere utili
in ambiti più generali, come la possibilità di ricevere
servizi, anche di personalizzazione, da terze parti rispetto ai
creatori del programma (ad esempio come avviene con le distribuzioni
di Linux).
Ancora più significativo può essere il fatto che il software
libero non muore quando i suoi creatori smettono di svilupparlo e mantenerlo,
ma la sua gestione può essere presa da terze parti, con o senza
la benedizione dei predecessori: un programma Open Source, contrariamente
alla grande maggioranza del software proprietario, non ha una data di
scadenza, ma viene mantenuto fino a quando i suoi utenti non reputano
più conveniente il passaggio a qualcosa di diverso.

A questo si aggiunge il fatto che le licenze open source sono
spesso il naturale complemento di un modello di sviluppo collaborativo,
detto modello Open Source
o modello "bazaar", che favorisce
lo sviluppo di codice migliore e più controllato, permettendo
tra l’altro a chiunque sia interessato al programma di partecipare
in qualche modo al suo sviluppo, eventualmente condizionandolo,
pur secondo la volontà dei coordinatori del progetto.