Software

Chatwatch, l’app ficcanaso che ti spia su WhatsApp

Il Web come sappiamo offre spesso una soluzione a qualsiasi desiderio, purtroppo anche a quelli più discutibili. È il caso ad esempio di Chatwatch, un'app scovata da Lifehacker nell'App Store di iOS e pensata essenzialmente per impicciarsi delle abitudini dei propri contatti WhatsApp.

Chatwatch infatti consente di venire a conoscenza di dettagli come la frequenza degli accessi alla piattaforma, la durata di ciascuna sessione e gli orari in cui tutto ciò avviene. Una soluzione perfetta ad esempio per persone con seri problemi di gelosia, ma anche per semplici ficcanaso che proprio non possono fare a meno di sapere cosa fanno gli altri anche quando non hanno alcuna intenzione di dirglielo.

1522332360 ChatWatch 1

L'app è semplice e, purtroppo, non fa nulla di illegale, visto che semplicemente utilizza le informazioni che ogni smartphone invia a WhatsApp ogni volta che si connette ai suoi server e che normalmente consente di visualizzare sotto il nome dell'utente dettagli come lo status (online o disconnesso) e l'orario dell'ultima volta che ha consultato WhatsApp. L'unica differenza è che, consultando il database a cadenze regolari e ravvicinate, è in grado di offrire uno storico di questi dati, graficamente organizzato in modo da consentire la creazione di vere e proprie statistiche.

Chatwatch però va oltre e, incrociando i dati di tutti i nostri contatti, ipotizza anche non soltanto a che ora ciascuno è andato a dormire o si è alzato ma anche quanta possibilità c'è abbia chattato con qualcun altro. Nelle scorse ore l'app – che ricordiamo non è gratuita ma a pagamento – è stata rimossa dall'App Store, ma è ancora disponibile per Android e gli sviluppatori, non contenti, stanno anche sviluppando la versione Web.

Per evitare di alimentare le paranoie altrui e mantenere integra la propria privacy fortunatamente la contromisura è assai semplice: Chatwatch infatti come detto raccoglie le informazioni che condividiamo con WhatsApp, basterà dunque non condividerle più per diventare automaticamente "invisibili", almeno a quest'app specifica.

Per farlo entrate nel menu Impostazioni, recatevi nella sezione Account e quindi Privacy e, alla voce Ultimo Accesso, impostate Nessuno. Con tanti saluti a chi fa della vita altrui l'interesse principale della propria.   


Tom's Consiglia

Preoccupati per la vostra privacy? Blackberry Keyone offre tante funzioni dedicate ed ha anche l'iconica tastiera fisica.