Software

Chrome OS sui tablet, Google ha iniziato lo sviluppo

Chrome OS sui tablet è più di una pazza idea. Diversi cambiamenti all’interno del codice sorgente di Chrome e Chrome OS, resi pubblici tra marzo e aprile, fanno presagire che il sistema operativo nato per i netbook arriverà in futuro anche sui tablet, forse “fondendosi” con Android, oppure dando vita a una nuova categoria di soluzioni.

Tra gli indizi rintracciati, c’è la stringa user-agent, che ha il compito d’interfacciarsi con i server Web per ottenere la versione ottimizzata  dei siti per un particolare dispositivo. La nuova stringa integra un chiaro riferimento, CrOS Touch, al sistema di controllo con il tocco. Il secondo segnale arriva dalla presenza di un’embrionale tastiera virtuale, essenziale sui tablet sprovvisti di tasti fisici.

Gi sviluppatori hanno inoltre rinnovato la pagina “nuova scheda”, ottimizzata per il touch grazie a un sistema a icone in stile iOS. Tra gli altri particolari “touch friendly” troviamo l’aumento dello spazio intorno agli oggetti per consentire una selezione più facile dei contenuti da parte dell’utente. Infine è stato inserito il riconoscimento dell’orientamento del dispositivo, in modo che l’interfaccia possa adattarsi di conseguenza, e sarà possibile spostare le icone all’interno della pagina.

Si tratta insomma di piccole novità che renderanno Chrome OS non solo pronto per i tablet, ma anche per i PC portatili con touchscreen, già in commercio in diversi modelli. Al momento non è chiaro quando vedremo un tablet Chrome OS e forse farsi questa domanda è anche prematuro. Il sistema operativo, d’altronde, deve ancora debuttare ufficialmente sul mercato.

Trattandosi poi di un software costruito attorno a un browser, il lavoro non sarà così facile, ma è comunque iniziato. Per Google il focus rimane su Android, un progetto già avviato e di successo. I primi tablet stanno arrivando sul mercato e più che quest’anno sarà il prossimo a dirci quale piega prenderà il mercato e in particolare come andrà la sfida con Apple e il suo iPad.