Tom's Hardware Italia
Schede madre

Dave E. Orton svela i progetti futuri di ATi

La VR-Zone ha avuto l’occasione di incontrare al Computex il presidente del ATi & CEO David E. e di carpire i progetti futuri della casa canadese: Transizione al PCI-Express – Transizione verso il PCI-E veloce, offrendo in tutte le fascie ottime soluzioni – Almeno il 70% dei canali OEM si sposterà al PCI-E entro il […]

La VR-Zone ha avuto l’occasione di incontrare al Computex il presidente
del ATi & CEO David E. e di carpire i progetti futuri della casa
canadese:

Transizione al PCI-Express

– Transizione verso il PCI-E veloce, offrendo in tutte le fascie ottime
soluzioni
– Almeno il 70% dei canali OEM si sposterà al PCI-E entro il
2004
– Entro quest’anno metà dell’offerta sarà PCI-E

Chipset per AMD

– L’offerta dei chipset per AMD sarà sia per i desktop che per i
laptop entro il 2004
– ATi continuerà a lavorare con ULi per i suoi southbridge

Incremento della grandezza del die

– La grandezza del die è aumentata molto in questi ultimi anni
– Ci sono fattori precisi che controllano il consumo energetico: la
grandezza del Die, ASIC layout, l’ architettura, il processo
tecnologico, il disegno del package ovvero dell’insieme e il fattore
termico e di rumore
– ATi adotterà tecnologie in grado di ridurre i consumi delle
sue GPU rispetto a quello dei desktop

MXM?

– Non ci sono piani per seguire lo standard MXM di Nvidia (ndr, loro
hanno in programma Axiom, molto simile)
– Uscire con un modulo I/O avanzato
– M28 significa per DTR un maggiore range di alimentazione
– Pieno sostegno ai prodotti in uscita

Processo tecnologico a 90nm

– Si imporrà nel 2005
– ATi continuerà il rapporto con UMC e TSMC anche per la
prossima generazione di Gpu

PCI-E nativo contro il Bridge

– ATi usa un’interfaccia natavi del PCI-E mentre NVIDIA utilizza un
bridge (HSI).  I benefici di ogni soluzione saranno più
chiari entro le prossime 4 settimane.
Cambiamenti della prossima generazione di GPU
– Architettura piu’ parallela
– Piu’ pipeline
– Affinamento del processo tecnologico
– Migliore interfacciamento con le memorie
– Maggiori frequenze per memoria e core
– GDDR3 sarà lo standard di memoria dominante nel corso dei due
anni a venire