Tom's Hardware Italia
Software

Google Chrome 18 porta il 3D anche sui PC più spompati

Chrome 18 integra nove fix di sicurezza ed è in grado di gestire più rapidamente l'API Canvas2D, usata per i contenuti come i giochi online. WebGL fa un nuovo passo avanti con SwiftShader e ora permette anche ai PC meno potenti di eseguire il rendering software di contenuti 3D meno complessi.

Chrome 18 è tra noi. La nuova versione stabile per Windows, Mac e Linux del browser è esattamente la 18.0.1025.142, e apporta miglioramenti sia alla velocità nella gestione dell’API Canvas2D che per quanto concerne il WebGL.

“Abbiamo abilitato l’accelerazione via GPU di Canvas2D sui computer Windows e Mac. Questo dovrebbe permettere alle applicazioni web come i giochi di raggiungere prestazioni più elevate rispetto alla pura implementazione software“, si legge sul blog di Google dedicato al browser.

WebGL, la tecnologia che consente di riprodurre grafica 3D interattiva all’interno di un qualsiasi browser compatibile, fa un ulteriore passo avanti su Chrome grazie all’abilitazione di SwiftShader. Si tratta di un rasterizer software concesso in licenza da TransGaming, per gli utenti dotati di vecchie configurazioni.

“Ricordate che l’implementazione software di WeGL non funzionerà mai bene quanto quella su una vera GPU”, ha spiegato Google, “ma ora gli utenti avranno un accesso di base ai contenuti 3D del web“. Questa versione contiene anche la nuova versione di Adobe Flash. 

Per quanto riguarda la sicurezza, Chrome 18 è una versione importante perché come dichiarato dall’azienda “alcuni interventi rappresentano l’inizio di un processo di rafforzamento delle misure conseguente allo studio degli exploit presentati al concorso Pwnium”.

In totale sono state chiuse nove falle, cinque di livello medio, tre altro e una basso. Chrome ha versato ai ricercatori che hanno rintracciato questi problemi un totale di 4000 dollari. Google ha investito ulteriori 8mila dollari ad altri studiosi che hanno collaborato su altri aspetti.