Schede Grafiche

Il ritorno di un classico: ASUS ridà vita alla GT 710 adesso con quattro porte HDMI

Era intorno a gennaio del 2016 quando sul mercato approdava una GPU che non voleva spiccare per le sue performance, bensì per essere una scheda video alternativa e leggermente migliore a quella integrata delle CPU, per offrire giusto qualche uscita video in più e un miglior supporto alle applicazioni multimediali.

Quella GPU faceva parte della famiglia Kepler, per intenderci la precedente a Maxwell e che integrava il chip GK208, composto da 192 CUDA core per una frequenza operativa di 954MHz. La scheda video di allora però, faceva affidamento su 2GB di memoria GDDR3 e una sola uscita HDMI, che non era neppure 2.0. Il suo TDP era poi di soli 19W e richiedeva uno slot PCI Express 16x a differenza nel nuovo modello che utilizza un solo connettore PCIe 1x.

Potremmo dire che ASUS ha letteralmente ridato vita ad un vecchio mito. La nuova versione della GT 710 è stata aggiornata completamente, partendo dal PCB e arrivando alle porte: ora dispone infatti di ben 4 uscite video HDMI. GT710-4H-SL-2GD5 è il nome il codice della nuova scheda video, successore della vecchia GT710-SL.

Proprio come con il modello precedente questa scheda video non ha l’obiettivo di offrire una grande potenza di calcolo per operazioni grafiche impegnative, il suo utilizzo verte principalmente nell’offrire uscite video extra. La comodità di avere un dissipatore passivo fa si che avrete un spazio occupato ridotto al minimo, difatti parliamo di una GPU single slot. Potrete quindi posizionarla all’interno del case senza alcun problema, proprio come fareste con una normale scheda di espansione.

Se siete curiosi delle specifiche, iniziamo dicendo che ci troviamo difronte ad una scheda video sempre basata sull’architettura Kepler. Dotata di 192 CUDA core e 2GB di memoria, questa volta di tipo GDDR5, possiede una frequenza operativa di 945 MHz, quindi 10MHz in meno della precedente versione basata però su memorie GDDR3. Le quattro porte HDMI supportano la risoluzione 3840 x 2160 a 60Hz per un singolo monitor, mentre se ne colleghiamo più di due, si scende a 3840 x 2160 a una frequenza di aggiornamento di 30Hz. In sostanza, per il tipo di prodotto in questione, un’offerta video niente male in termini di monitor collegabili.

La GPU offre anche la possibilità di essere utilizzata sulle schede madri più datate e che non dispongono quindi di uno slot PCIe 3.0. Le nuove memorie GDDR5 offrono invece una velocità di 5012MHz.

ASUS per la produzione della nuova GT 710 ha utilizzando la tecnologia proprietaria Auto-Extreme, processo di produzione automatizzato che permette di completare tutte le saldature in un unico passaggio. Questo nuovo tipo di produzione riduce notevolmente la sollecitazione termica dei componenti, evitando quindi l’utilizzo di prodotti chimici per la pulizia delle saldature.

Una tecnica di produzione che non solo rende il prodotto complessivamente più affidabile ma riduce anche l’impatto ambientale. La nuova GT 710 supporterà anche il software proprietario di Asus GPU Tweak II, così da poter regolare diversi parametri della scheda video. Per quanto riguarda i prezzi, al momento non abbiamo comunicazioni ufficiali, ma voci di corridoio sostengono che dovrebbe attestarsi intorno ai 40 o 60 dollari.

E voi, cosa ne pensate di questa “nuova” GPU?

In cerca di una GPU per giocare in Full HD senza troppe pretese? Vi consigliamo la GTX 1650 Super acquistabile su Amazon a meno di 200 euro.