Software

Il Task Manager di Windows

Pagina 2: Il Task Manager di Windows


Il Task Manager di Windows

Questa sezione descrive quali sono i maggiori problemi del
S.O. Microsoft e l’alternativa sviluppata da THG. Prima di tutto, diamo un’occhiata
al Task Manager di Windows XP, che permette tutt’ora di assegnare alcuni task
manualmente.

Se avete un sistema HT/SMP, selezionate la linguetta "Processi" nel
Task Manager e se cliccate con il tasto destro sul programma potrete selezionare
l’opzione "Set Affinity". Questa opzione permette di scegliere quale
CPU dovrà essere utilizzata da quel programma.

Setting affinity in Windows Task Manager


Set Affinitiy nel Windows Task
Manager

Dialog box for selecting CPUs


Dialog box per selezionare la
CPU

L’HyperThreading permette un’accelerazione prestazionale se
si sta utilizzando la giusta applicazione. Alcuni programmi beneficiano considerevolmente
dell’HT, mentre altri potrebbero risultare anche più lenti. La cura radicale
in questi casi è la totale disattivazione di questa feature nel BIOS,
ma tale scelta potrebbe rallentare l’intero sistema. Windows XP è molto
ottimizzato per l’HT; la sua disattivazione rallenta di molto il S.O. La soluzione
migliore è quella di disattivare l’HT solo per il programma in questione,
assegnandolo a una sola CPU, prevenendo così l’utilizzo del processore
logico.

A questo punto, l’unico problema è capire quale sia la CPU fisica
e quale quella virtuale.

Ancora una volta la soluzione è semplice. Windows segue sempre la stessa
sequenza nel conteggio delle CPU: prima quelle fisiche e poi quelle virtuali.
In un sistema con due processori Xeon HT, CPU0 e CPU1 saranno i processori fisici,
mentre CPU2 e CPU3 quelli virtuali.

Sequence of physical and virtual processors


Sequenza di CPU fisiche e virtuali

Per disattivare l’HT sulla prima CPU di un sistema dual Xeon,
si dovrà bloccare l’utilizzo della terza CPU (CPU2).