CPU

Intel AVX-512: istruzioni per migliori prestazioni multimediali

AVX-512 è il nuovo set di istruzioni SIMD che Intel potrebbe integrare nei processori e coprocessori Xeon Phi Knights Landing a 14 nanometri che presenterà tra il 2014 e il 2015. L'azienda ha pubblicato un post sul blog degli sviluppatori relativo alle istruzioni Advanced Vector Extensions, introdotte per la prima volta nei chip Sandy Bridge come evoluzione delle SSE 4.2.

Come ormai noto queste istruzioni offrono benefici in ambito multimediale, perché permettono una scalabilità estrema su più core. Secondo Intel la nuova versione rappresenta un "significativo passo avanti" verso il supporto SIMD a 512 bit. "I programmi possono integrare otto numeri in virgola mobile a doppia precisione oppure sedici a singola precisione, oppure otto integer a 64 bit o sedici a 32 bit all'interno di vettori a 512 bit. Questo permette di processare il doppio del numero degli elementi di dati elaborabili con AVX/AVX2 con una singola istruzione e quattro volte quanto possibile con le SSE".

Tra le caratteristiche delle AVX-512 troviamo 32 registri, ognuno ampio 512 bit, otto registri mask dedicati, operazioni a 512 bit su dati in virgola mobile compressi (packed), controlli di arrotondamento integrati e tante altre novità. Le AVX-512 sono maggiormente compatibili con le AVX rispetto alle precedenti transizioni e secondo Intel sfruttare istruzioni AVX e AVX-512 non causerà alcun penalty prestazionale.

"L'evoluzione verso le AVX-512 contribuirà al nostro obiettivo di aumentare i FLOP/s di picco di otto volte nel corso di quattro generazioni", ha affermato Intel. Gli attuali coprocessori Xeon Phi supportano la vettorizzazione a 512 bit ma manca il supporto AVX, e Intel aveva già affermato che in futuro avrebbe unificato le capacità AVX tra i vari prodotti.

Tutto questo avverrà quindi tra 2 anni, ma per far sì che il mercato sia pronto Intel sta già gettando le basi, sviluppando librerie, compilatori e tutto ciò che serve. "Comunicheremo informazioni dettaglite su AVX-512 per consentire il supporto negli strumenti e nei sistemi operativi quando i prodotti saranno disponibili. Stiamo lavorando sia con i progetti open source che i produttori per facilitare l'integrazione".