CPU

Intel investirà 90 miliardi per una fabbrica in Italia (forse)

Sappiamo già da tempo che il noto produttore di chip statunitense Intel sta cercando di individuare una posizione in Europa per la creazione di un gigantesco impianto di produzione del valore di ben 90 miliardi di euro. Tra le località più accreditate c’è la Baviera, dato che il settore automobilistico inizia ad aver sempre più bisogno di microchip e proprio in tale area hanno sede case importanti come Audi e BMW. Tuttavia, sembra che, mentre Intel sta conducendo le sue ultime considerazioni, i due paesi più accreditati siano la Germania e l’Italia!

Intel CPU copertina

Per quanto riguarda il Bel Paese, sono quattro le regioni interessate – Veneto, Piemonte, Liguria e Sicilia – ad accogliere sia la fabbrica di 4.000.000 m² che la relativa parte di back end che comprende test, camere bianche e packaging per un totale di 350.000 m². Tra queste quattro, tuttavia, il favorito è proprio il Piemonte, il quale avrebbe un tessuto industriale già maturo, data la presenza di fabbriche che operano nei settori dell’automotive e dei componenti elettronici. Stando alle ultime voci, l’area di Mirafiori di Stellantis dovrebbe essere quella più papabile per lo stabilimento di front end, mentre le località più accreditate per il back end sono Settimo Torinese e San Giorgio Canavese, a cui seguirebbero Scarmagno e Vercelli, le quali attualmente sembrerebbero non totalmente escluse dal progetto.

Pat Gelsinger

Ovviamente, al momento si parla solo di speculazioni e tutto può ancora succedere. Sicuramente le prossime settimane saranno cruciali per la scelta di Intel e il governo Draghi dovrà fare il massimo per assicurarsi che il maxi investimento di Intel in Europa premierà il nostro paese, generando tanti posti di lavoro nonché fornire all’intera Europa un ruolo più prestigioso nella produzione di semiconduttori. Per il momento, non ci resta altro che attendere pazientemente ancora qualche settimana per un annuncio ufficiale.