Tom's Hardware Italia
Storage

Intel Optane contro SSD, trasferisce file a 2 GB al secondo

Nei giorni scorsi Intel ha dato una nuova dimostrazione delle capacità della tecnologia 3D Xpoint, alla base degli SSD Optane previsti per il 2017.

Gli appassionati di archiviazione non possono che amare gli SSD, e ancora di più quelli connessi al sistema tramite alcune linee PCI Express. Si raggiungono velocità davvero elevate con tutti i carichi di lavoro, senza parlare della reattività nell'uso quotidiano del PC. All'orizzonte c'è però un'altra interessante tecnologia, 3D Xpoint.

Realizzata da Intel e Micron, dovrebbe fare capolino sul mercato in diverse forme tra la fine di quest'anno e il prossimo anno. Intel ha annunciato di essere al lavoro su prodotti 3D Xpoint che prenderanno il nome Optane, ma non si è mai spinta a parlare dei suoi piani in modo dettagliato.

filecopy optane 3d xpoint ssd
Clicca per ingrandire

Così ogni piccolo frammento di informazione è oro per farsi un'idea di cosa ci attende. Nel corso dell'ultimo Intel Developer Forum (IDF) 2016 che si è tenuto a Shenzhen, Cina, Intel ha mostrato un SSD Optane in funzione. Nella dimostrazione l'azienda ha evidenziato come la nuova tecnologia si sia dimostrata nettamente più veloce nel trasferimento di file rispetto a un SSD con memoria NAND, raggiungendo una velocità di quasi 2 GB/s.

Il confronto però ha sollevato diverse perplessità. Intel ha usato un SSD tradizionali con interfaccia SATA 6 Gbps connessi al sistema tramite interfaccia Thunderbolt 3.0 come soluzione di confronto. L'SSD Optane dovrebbe invece essere collegato al sistema tramite interfaccia PCIe x4. In molti avrebbero voluto vedere un confronto con i migliori SSD PCI Express attuali, senza passare da Thunderbolt o altre interfacce.

La dimostrazione di Intel

Detto questo però, è "quanto passa al convento" in questo momento. In passato Intel ha mostrato altri test effettuati su un prototipo di SSD con memoria 3D Xpoint. Messo alla prova con il benchmark IOMeter il prototipo raggiunse prestazioni 7,23 volte maggiori di un SSD DC P3700 in lettura, con una queue depth pari a uno. L'SSD toccò 10.600 IOPS mentre il prototipo arrivò a 76.600 IOPS. Con un mix di letture e scritture (70 percento letture – 30 percento scritture) e una queue depth di 8, il prototipo raggiunse 401.400 IOPS, mentre l'SSD DC P3700 si è fermò a 78.900 IOPS, offrendo prestazioni più che quintuplicate.

Crucial BX200 da 240 GB Crucial BX200 da 240 GB
ePRICE

Crucial MX200 da 1 TB Crucial MX200 da 1 TB
ePRICE