Computer Portatili

Intel promette la ricarica wireless per i notebook 2016

Nel 2016 arriveranno in commercio i primi notebook con ricarica wireless. Intel l'aveva promesso lo scorso anno e l'ha ribadito durate il keynote al Computex per bocca del vice presidente Kirk Skaugen.  A4WP (Alliance for Wireless Power) e PMA (Power Matters Alliance) hanno sottoscritto l'accordo che permetterà la diffusione della tecnologia Rezence, che lo scorso anno fu presentata come soluzione universale per ricaricare computer portatili ed altri dispositivi in modalità wireless attraverso la risonanza magnetica.

Ricarica wireless

Oltre che sui notebook Rezence sarà presente dal prossimo anno anche su tastiere, mouse e altri dispositivi. Il vantaggio di Rezence rispetto ad altre soluzioni concorrenti è che può caricare più dispositivi contemporaneamente e senza la necessità di disporre il prodotto in una posizione precisa, e funziona anche attraverso ostacoli quali le scrivanie in legno.

Intel ha annunciato che lavorerà con il noto produttore di accessori Targus per la creazione di dispositivi di ricarica, e che il produttore cinese Haier porterà Rezence in ristoranti, alberghi, bar e aeroporti in Cina già alla fine di quest'anno. Fra le aziende interessate che sono state citate ci sono catene alberghiere quali Hilton e Mariott e produttori di auto quali Jaguar e Land Rover.

Intel lavorerà con membri del consorzio A4WP quali Foxconn e Basecom, BYD, Primax e Kokuyo per garantire l'arrivo sul mercato di una vasta gamma di soluzioni basate sulla tecnologia Rezence. A titolo dimostrativo durante il keynote Kirk Skaugen ha dimostrato un sistema di ricarica Rezence prodotto da Kokuyo che può essere collocato su qualsiasi scrivania. Fra gli scenari d'uso che sono stati presentati c'è una borsa per computer con un sistema di alimentazione all'interno capace di ricaricare qualsiasi dispositivo in modo automatico.

Leggi anche: Intel promette di staccare tutti i cavi entro il 2016

La disponibilità delle soluzioni Rezence avverrà per gradi. Skaugen ha spiegato che i primi dispositivi che arriveranno in commercio dovrebbero offrire 5 watt di potenza, quindi sarebbero adatti per lo più per le periferiche. In un secondo momento – forse già a fine 2015 – dovrebbero poi arrivare soluzioni con un trasmettitore da 10 watt per la ricarica di dispositivi multipli.

Infine, i prodotti di 20 watt dovrebbero esordire entro la metà del 2016 e dovrebbero essere quelli adatti per la ricarica di prodotti quali gli ultrabook. Per quella data Rezence dovrebbe essere integrata nei notebook e nelle periferiche più diffuse come mouse e tastiere, eliminando finalmente la necessità di sostituire le batterie scariche. Intel ha inoltre sottolineato che lavorerà per includere la ricarica wireless nei dispositivi mobili che utilizzano i processori Atom x3.