Schede Grafiche

La maggior parte di voi non potrà acquistare una nuova GPU nel 2021

Nel caso le vostre speranze non si fossero già spente negli ultimi mesi, a darvi il colpo di grazia ci ha pensato ora Nvidia. L’azienda ha indicato come la carenza di GPU possa durare per tutto il corso del 2021 e di conseguenza davvero pochi utenti possano sperare di riuscire a portarsi a casa una nuova scheda video entro la fine dell’anno. Sorpresi?

NVIDIA RTX Ampere

Una dichiarazione ufficiale di Nvidia durante la call annuale dedicata agli investitori indica come il 2021 possa molto probabilmente concludersi come l’anno peggiore per essere un gamer su PC. Secondo l’azienda per gli utenti sarà davvero difficile mettere le mani su una nuova scheda video fino al prossimo anno.

Non è una notizia nuova che ci sia in corso la carenza di chip più grande che la storia abbia mai visto fino a questo momento. Sin dal lancio delle nuove GPU Nvidia RTX serie 30, il CEO Jensen Huang ha dovuto rilasciare diverse dichiarazioni in merito a questa carestia che sta affliggendo il mercato hi-tech.

L’azienda ha dichiarato che la spedizione e la logistica insieme alla carenza di componenti stanno portando a una scarsa fornitura di schede grafiche di nuova generazione, con conseguente aumento dei prezzi da parte di vari rivenditori. A peggiorare la situazione, il boom delle criptovalute ha portato i miner a reperire grandi quantità di schede grafiche da gaming, lasciando i veri giocatori su PC a bocca asciutta.

Come ricorda WCCFtech, i fattori principali che contribuiscono alla carenza sono la mancanza di materie prime, l’outsourcing, la pandemia e la mania per le criptovalute. Un altro fattore, che non sta influenzando l’offerta ma sta influenzando il prezzo, è la mancanza di esenzioni tariffarie. Anche questo ha portato i produttori di hardware ad aumentare i prezzi dei propri prodotti.

Ci aspettiamo che la domanda continui a superare l’offerta per gran parte di quest’anno“, ha affermato il CFO Colette Kress durante la giornata annuale degli investitori di Nvidia. “Il nostro team operativo è agile e lavora in modo fantastico. Ci aspettiamo che le nostre forniture aumentino nel corso dell’anno” ha concluso.

La situazione non è del tutto tragica, l’azienda si aspetta che l’offerta migliori con il progredire dell’anno ma, anche se la società fosse in grado di aumentare la quantità di schede grafiche da gioco, i miner di criptovalute sarebbero ancora un ostacolo.

Come se tutto questo non bastasse, ci sono anche gli scalper che si approfittano dell’intera situazione e comprano interi lotti in pochi secondi letterali dal lancio per poi procedere alla rivendita su siti web di terze parti a prezzi esorbitanti.

Questi sono decisamente tempi duri per i gamer, sia che essi vogliano una scheda video AMD o Nvidia le cose sembrano non possano cambiare fino almeno al 2022.

Intel Core i7-10700K dal clock base di 3,8GHz, socket LGA1200 e 125W di TDP è disponibile su Amazon a prezzo ribassato!