Periferiche di Rete

LaCie Ethernet Big Disk: Ingigantitemi!, continua

Pagina 2: LaCie Ethernet Big Disk: Ingigantitemi!, continua

LaCie Ethernet Big Disk: Ingigantitemi!, continua

Oltre ad avere una seconda porta SATA, la scheda (Figura 2) è la stessa utilizzata nell’Ethernet Disk Mini V2. Un Marvell 88F5182 gestisce sia le interfacce degli hard disk SATA che quella USB 2.0; l’interfaccia Ethernet è fornita da un transceiver Marvell 88E1116 "Alaska" gigabit a porta singola e ci sono 64 MB di RAM DDR e 512 KB di Flash.

Figura 2: Visuale dettagliata della scheda interna (Cliccate sull’immagine per ingrandirla)

Ottenere accesso all’EBD tramite la normale navigazione delle connesioni di rete di Windows ci ha fatto soffrire quanto la versione Mini, ma questa volta abbiamo scoperto un ulteriore problema, mentre verificavamo il funzionamento di un computer con l’EBD collegato tramite USB: abbiamo perso la connessione a Internet.

Dopo un controllo effettuato con LaCie, che ha verificato la corretta autoconfigurazione del driver, abbiamo capito il problema: per fornire l’accesso simultaneo tramite USB e Ethernet, LaCie esegue una connessione all’USB assegnandoli un indirizzo IP. La connessione USB infatti, appare tra le "Connessioni di Rete" di Windows con l’indirizzo IP 10.208.75.101 (si accede al drive stesso tramite 10.208.75.100). Le proprietà TCP/IP della connessione USB mostrano solo l’indirizzo IP e la netmask 255.0.0.0, senza specificare né gateway né DNS.

Tramite un indirizzamento di rete basato su range di indirizzi IP comuni, come ad esempio da 192.168.0.0 a 192.168.254.254 o meno, come 172.16.0.0 – 172.16.254.254, la netmask 255.0.0.0 non rappresenterebbe un problema ma, dato che la nostra LAN utilizza 10.168.3.X, la netmask sarebbe troppo ampia. Una volta assegnati indirizzo IP statico e netmask 255.255.255.0, la connessione a Internet ha ripreso a funzionare.

La navigazione delle risorse di rete da Windows rimane comunque un problema; l’unico modo che abbiamo trovato per poterci collegare stabilmente all’EBD è tramite il suo indirizzo IP.

Per quanto riguarda le prestazioni, quelle di EBD sono talmente simili a quelle della versione Mini che si fatica a trovare le differenze. Grazie ai nostri nuovi grafici, che mettono a confronto diversi dispositivi NAS, potrete analizzare le curve del throughput al variare delle dimensioni dei file trasmessi, per qualunque prodotto voi vogliate.