Software

LibreOffice 4.0 è migliore in tutto e si può scaricare subito

The Document Foundation ha annunciato LibreOffice 4.0, nuova versione della suite libera per ufficio. Secondo la fondazione, "LibreOffice 4.0 è la prima release che riflette gli obiettivi della comunità definiti a settembre 2010: un codice sorgente più agile e pulito, un maggior numero di funzionalità, una migliore interoperabilità, e un ecosistema più diversificato e più aperto all'integrazione".

LibreOffice 4.0 offre un elevato numero di nuove caratteristiche, elencate in questa pagina. Ne citiamo solamente alcune dato il numero rilevante: per prima cosa è stata migliorata l'interoperabilità con i documenti DOCX e RTF, grazie a una serie di nuove funzionalità come la possibilità di importare "ink notes" (scritte a penna su uno schermo touch) e di attaccare i commenti ai campi di testo.

Gli sviluppatori hanno inserito la possibilità di importare i documenti Microsoft Publisher, e migliorato i filtri di importazione Visio con l'aggiunta del formato 2013 (appena annunciato da Microsoft). Sono stati fatte delle modifiche incrementali all'interfaccia utente, tra cui l'integrazione con Unity (Ubuntu) e il supporto dei Temi (o Persona) Firefox, per conferire a LibreOffice un aspetto personalizzato.

Si segnala inoltre un rilevante passo avanti delle prestazioni nel caricamento e nel salvataggio di diversi tipi di documento, soprattutto nel caso dei fogli elettronici ODS e XLSX di grandi dimensioni, e dei file RTF. The Document Foundation ha anche apportato diversi miglioramenti alla prestazioni di Calc, oltre all'esportazione dei grafici come immagini (JPG e PNG) e all'introduzione di nuove funzioni di calcolo definite da ODF OpenFormula.

Infine segnaliamo la prima versione di Impress Remote Control App per Android, supportata solo da alcune distribuzioni Linux (la seconda versione, disponibile nei prossimi mesi, verrà supportata su tutte le piattaforme: Windows, MacOS X e tutte le distro e i binari Linux). LibreOffice 4.0 è immediatamente disponibile per il download dal seguente link. Le estensioni per LibreOffice si trovano a questo indirizzo.

"In meno di 30 mesi, LibreOffice è cresciuto in modo significativo fino a diventare il più grande tra i progetti di software libero indipendenti focalizzati sul desktop e la produttività. La governance aperta e trasparente di TDF e la licenza copyleft sono state determinanti nell'attrarre oltre 500 sviluppatori – per tre quarti volontari indipendenti – che hanno contribuito con oltre 50.000 commit", ha dichiarato The Document Foundation.

"Oggi, il codice sorgente è abbastanza diverso da quello originale, con l'aggiunta e la rimozione di diversi milioni di righe di codice, la presenza di nuove funzioni, la soluzione di bug e regressioni, l'adozione di costrutti C++ allo stato dell'arte, la sostituzione di strumenti, l'eliminazione di metodi deprecati e librerie obsolete, e la traduzione di 25.000 commenti dal tedesco all'inglese. Tutto questo rende il codice più facile da comprendere e più accessibile a tutti i nuovi membri della comunità", ha aggiunto la fondazione.