Software

Linux è finalmente eseguibile su Apple M1

I motivi principali per cui gli utenti decidono di acquistare un Mac possono essere svariati, ad ogni modo è difficile che la ragione che ha portato una persona all’acquisto sia quella di estirpare il sistema operativo di casa Apple per sostituirlo con Windows o Linux. C’è una fetta di utenti smanettoni, tuttavia, che non vede l’ora di poter installare il sistema operativo del pinguino sui chip Apple M1 di Apple per testarne le potenzialità con un sistema libero e configurabile a piacere. I primi tentativi sembrano già aver dato i propri frutti…

Fonte: Future
Mac + Linux

Stando a quanto dichiarato da Corellium, una startup che si occupa di virtualizzazione Linux basata su ARM, è ora possibile installare Linux sui nuovissimi MacBook e Mac Mini dotati di SoC Apple M1. Soprattutto mostrata come “proof of concept”, l’installazione del sistema operativo open source sui Mac di ultima generazione è stata per la prima volta mostrata al mondo il 15 gennaio tramite l’account Twitter dell’azienda.

Il CTO di Corellium, Chris Wade, ha poi reso la build beta che il team stava utilizzando per lo sviluppo disponibile pubblicamente ma ha prontamente avvertito gli interessati che si tratta di una versione dell’OS adatta solamente agli utenti più esperti. Il motivo? Si tratta di una prima build sperimentale e, oltre ad essere costellata di bug e instabilità, manca il supporto ad alcune componenti fisiche del sistema come le porte USB.

Il gruppo ha successivamente rilasciato una nuova release che aggiunge il supporto AIC, UUART e SMP, con Wade che promette che il prossimo obiettivo del gruppo è quello di aggiungere “DART, USB e forse PCIe (se il tempo lo consente)“.

Cosa significa tutto questo? Beh, significa che è possibile finalmente installare Linux sui nuovi chip M1 dell’azienda californiana ma che sarebbe meglio non farlo, per il momento. Come se non bastasse non è ancora stato implementato alcun tipo di supporto per la GPU di Apple M1 e di conseguenza la fruibilità del sistema è decisamente compromessa.

Linus Torvalds, creatore di Linux, ha spiegato con alcune semplici parole il motivo per cui si dovrebbe voler installare l’OS open source sui nuovi Mac:

Aspetto da molto tempo un portatile ARM in grado di far funzionare Linux“, ha scritto lo scorso novembre sul forum Real World technologies. “Il nuovo Air sarebbe quasi perfetto, tranne che per il sistema operativo“.

Il nuovo MacBook Air con chip Apple M1 è disponibile su Amazon con spedizione in un giorno, non fatevelo scappare!