CPU

Lisa Su è il CEO più pagato del 2019

L’amministratore delegato di AMD, la dottoressa Lisa Su, ha vinto numerosi riconoscimenti negli ultimi anni poiché ha guidato la propria azienda dall’orlo della bancarotta fino a diventare una delle migliori aziende al mondo come certificato da S&P 500, sia nel 2018 che nel 2019. E non è tutto, Lisa Su è la prima donna a guidare l’analisi dei salari dei CEO redatta da Standard & Poor, battendo tutti gli altri amministratori delegati, grazie ad un compenso di 58,5 milioni di dollari nel 2019. Un risultato encomiabile considerando che i CEO donne guidano solo il 5% delle più grandi aziende al mondo.

La classifica non include gli amministratori delegati che lavorano per la stessa azienda da meno di due anni, ciò per evitare di includere i bonus dell’ingaggio nelle cifre riportate. Pur considerando questi fattori, Lisa Su stacca nettamente i suoi colleghi: ad esempio il secondo CEO più pagato della lista, David Zaslav di Discovery, ha portato a casa 45,8 milioni di dollari, mentre la seconda donna, Marillyn A. Hewson di Lockheed Martin, ha portato a casa “solo” 24,4 milioni di dollari.

È un peccato che nella lista non figuri il CEO di Intel, Bob Swan, e non è incluso nemmeno quello di Nvidia, Jensen Huang, sebbene salary.com gli attribuisca un ingaggio da 13,6 milioni di dollari.

Lo stipendio base di Su ammonta a 1 milione di dollari, tuttavia il compenso è aumentato del 338% rispetto all’anno precedente, grazie ai bonus per le performance di 1,2 milioni di dollari, i 3 milioni di dollari delle stock option e soprattutto grazie ai 53 milioni di dollari in azioni. Questi straordinari premi azionari sono una conseguenza dell’eccellente performance di mercato del Team Red, infatti il titolo AMD è passato dai 2,80 dollari per azione del 2014 ai 52,74 dollari del 2020, un aumento di quasi 19 volte.

In effetti, Lisa Su ha anche guidato la società al suo più alto prezzo azionario nei suoi 50 anni di storia: a febbraio 2020 le azioni AMD hanno toccato quota 58,90 dollari. Entrambi questi valori superano il precedente record dell’azienda di 47,50 dollari stabilito nel 2000.

Su, che ha conseguito un dottorato di ricerca in ingegneria elettrica, è considerata la vera artefice della rinascita di AMD. Ha ricondotto l’azienda alla redditività e alla competitività, guadagnando numerosi riconoscimenti, al punto che Forbes l’ha inclusa tra le prime 50 persone più influenti al mondo. Negli ultimi anni, grazie ai processori Ryzen, AMD è riuscita a riconquistare enormi fette di mercato al principale concorrente, Intel, inoltre ha rinnovato la propria architettura grafica per le GPU consumer con RDNA. Il Team Red intende continuare la sua ambiziosa tabella di marcia con l’uscita delle CPU Ryzen 4000 e le GPU basate su RDNA2 e, in caso di successo, potrebbe vivere un altro anno stellare.

Cercate un processore al top sia in produttività che in gaming? Vi consigliamo l’AMD Ryzen 7 3800X.