Software

Microsoft: formato OOXML sempre più aperto

Microsoft ha deciso di semplificare l'accesso alla documentazione tecnica del vecchio formato binario utilizzato dai documenti Office. L'azienda procederà inoltre alla sponsorizzazione di un progetto open source che si impegnerà nell'integrazione dei vecchi formati all'interno di Open XML.

Queste misure sono state prese in base alle numerose richieste giunte dai partecipanti del processo di standardizzazione ISO (International Organization for Standardization) del formato Office Open XML. Tutti gli interessati potranno accedere alla documentazione attraverso le pagine dell'iniziativa Open
Specification Promise (OSP)
, creata per permettere a terzi la stesura di software utilizzando le tecnologie Microsoft senza infrangere brevetti.

L'obiettivo di Microsoft è chiaro: ostacolare il formato standard ODF, utilizzato da OpenOffice.

Brian
Jones
, program manager Office, ha affermato che l'iniziativa creerà una specie di traduttore di formati open source. In questo modo sarà dunque possibile tradurre più semplicemente file .doc, .xls e .ppt in formato Open XML. La mossa, come prevedibile, non è stata per nulla apprezzata dalla ODF Alliance. In effetti un traduttore del genere già esisteva da tempo all'interno della suite per l'ufficio OpenOffice.org.

E la guerra dei formati continua …