Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Schede Grafiche

Nuova scossa al vertice della divisione GPU di AMD. Lascia Mike Rayfield

Non è passato nemmeno un anno e AMD si trova a perdere Mike Rayfield, uno dei due uomini che avrebbero dovuto rilanciarla nel settore grafico. Rayfield, senior vice president e general manager dell’AMD Radeon Technologies Group (RTG), si ritirerà (andrà in pensione) a fine anno, dopo una carriera trentennale che ha toccato diverse realtà, tra cui Micron e Nvidia.

Rayfield era arrivato in AMD sul finire di gennaio, con il ruolo di responsabile di tutti gli aspetti relativi alla strategia e alla gestione del business grafico, inclusi i prodotti consumer, professionali e semi-custom. A occuparsi di queste mansioni sarà David Wang, l’altra metà del “duo”, ma solo fino a quando non sarà identificato un sostituto adeguato.

Wang è infatti stato annunciato contestualmente a Rayfield, come successore ufficiale di Raja Koduri, approdato in Intel per costruire il business delle GPU (qui i primi dettagli). David Wang finora aveva solamente il ruolo di senior vice president of engineering, ovvero colui che detta la linea dello sviluppo hardware e software dei prodotti grafici.

Wang ha parlato più volte con la stampa ed è apparso in diversi eventi dell’azienda, dando dimostrazione di avere ben in mano le redini del gruppo. Di Rayfield invece non si è più sentito parlare e sul suo “ritiro” circolano chiacchiere relativamente a un suo scarso apporto e rendimento. Le seguenti indiscrezioni sono state pubblicate da Wccftech.

“Rayfield si impegnava poco ed era molto superficiale. Ogni settimana cancellava tutte le email che non riusciva a leggere e non lavorava mai nei fine settimana o dopo le 17:00. Pontificava in modo gretto e non ricordava alcun nome [dei suoi pari grado]”.

“Rayfield ha negato a Lisa Su che ci fosse un problema di talenti all’interno dell’azienda e che i talenti fuoriusciti di recente da AMD non fossero un problema. Ha negato che fosse in corso una guerra per i talenti” – nota: come riportato in diverse notizie, Intel ha portato tra le sue fila diversi ingegneri e dipendenti di AMD negli ultimi mesi.

“Ha inoltre avanzato consigli che non erano attuabili come ‘Radeon VII’, una scheda video consumer Vega 20 che sarebbe costata 750 dollari e appena in grado di competere con la GTX 1080 Ti di Nvidia”.

AMD ha tuttavia smentito questa ricostruzione tramite le parole di un portavoce. “La scelta di lasciare l’azienda è basata sulla propria decisione personale di ritirarsi e spendere più tempo con la propria famiglia e non ha nulla a che fare con le sue prestazioni”. Il portavoce ha anche sottolineato che AMD non è a conoscenza di alcun problema legato al comportamento di Rayfield e che si tratta solamente di un ritiro ordinario.