Tom's Hardware Italia
Schede madre

MSI A320, via il supporto alle APU Bristol Ridge per far spazio ai Ryzen 3000

Supportare tutte le CPU AMD compatibili con il socket AM4 è sempre più difficile per i produttori di schede madre, che si ritrovano a dover fare delle scelte.

Tutti i produttori di schede madre con socket AMD AM4 stanno distribuendo in queste settimane i nuovi BIOS per supportare i nuovi Ryzen 3000 sulle piattaforme esistenti con chipset della serie 300 e 400. Come ormai però appare chiaro, non tutte le schede madre possono supportare le CPU compatibili con il socket AM4 rilasciate negli ultimi anni.

MSI ha infatti rimosso il supporto alle soluzioni Bristol Ridge (conosciute con i marchi A6, A8, A10 e A12) da almeno una delle sue schede madre con chipset A320 (A320M PRO-VH PLUS) per fare spazio ai nuovi Ryzen. Asus, al contrario, ha scelto di non aggiornare il BIOS delle soluzioni A320, non assicurando quindi la compatibilità con le nuove proposte di AMD.

Scelte diametralmente opposte ma che probabilmente nascono da una ragione in comune: la capacità di archiviazione del chip BIOS. Con l’aumentare del numero di CPU AM4 da supportare sul mercato, anche lo spazio di archiviazione dei chip BIOS deve farsi necessariamente maggiore.

Il problema è che alcune schede madre di fascia bassa, come quelle A320 del resto, hanno BIOS con 8 MB di storage, mentre le soluzioni di fascia più alta godono di chip da 16 MB. Supportare nello stesso momento Bristol Ridge (APU A-Series), Summit Ridge (Ryzen 1000), Pinnacle Ridge (Ryzen 2000), Raven Ridge (APU Ryzen 2000) e ora Matisse/Picasso (CPU/APU Ryzen 3000) diventa complesso se non impossibile.

Perciò ai produttori è lasciato il compito di prendere una decisione: non supportare le nuove soluzioni, come fatto da Asus, oppure rimuovere il supporto alle vecchie APU Bristol Ridge o altre serie precedenti per far spazio ai nuovi modelli. Quale delle due scelte sia la migliore è difficile dirlo, ma in linea di massima le vediamo allo stesso livello, visto che le motherboard con chipset A320 non sono così popolari.

Detto questo, è bene che i possessori della motherboard MSI in questione – e forse di altri modelli – con APU Bristol Ridge non aggiornino il BIOS, pena la perdita della compatibilità. Il problema della capacità di archiviazione dei chip BIOS impatta sulla promessa di AMD di supportare tutte le piattaforme AM4 fino al 2020, ma sarebbe ingiusto colpevolizzarla troppo (il problema sfugge, almeno in parte, al suo controllo), anche perché riguarda un numero limitato di utenti.

La speranza è che nel 2020, con l’arrivo dei Ryzen 4000, il problema non si allarghi alle piattaforme con chipset B e X.