Computer Portatili

Usabilità

Pagina 2: Usabilità

Design

msi ws60

La base sottile in alluminio spazzolato è pressoché identica a quella della gaming machine GS60, rispetto alla quale si distingue per il logo Workstation sul coperchio, che è bello da vedere ma trattiene le ditate. Alzando il coperchio si nota subito l'ampia tastiera con tastierino numerico a destra, sovrastata dalla grande griglia per gli altoparlanti e dal pulsante circolare di accensione contornato da un LED che si illumina quando il PC è acceso.

Sul pannello dietro la base c'è una lunga serie di feritoie per l'aerazione fra le due cerniere del coperchio, che continuano anche sul fondo fra i piedini che tengono leggermente sollevato il dispositivo dal piano d'appoggio.

Leggi anche: Lenovo Thinkpad W550s, la workstation grafica con oltre 15 ore di autonomia

Con dimensioni di 390 x 266 x 19,9 mm e un peso di 1,9 chilogrammi batteria compresa il WS60 è deliziosamente snello per essere un notebook da 15 pollici. L'HP ZBook 15u G2 è più spesso, con misure di 37,59 x 25,4 x 2,13 centimetri, ma è leggermente più pesante: 1,91 chili. Il Lenovo's W550s è più grosso, con dimensioni di 380,6 x 258,2 x 23,3 mm e un peso di 2,48 chili, ma offre una seconda batteria che alza il peso ma ripaga con una grandiosa autonomia.

Tastiera e touchpad

msi ws60

Il WS60 offre una tastiera SteelSeries di dimensioni standard che comprende anche il tastierino numerico e le opzioni per la personalizzazione della retroilluminazione (particolarità ereditata dalla gaming machine GS60 Ghost). I tasti richiedono una forza di attuazione di 60 grammi, hanno una corsa di 1,5 millimetri e restituiscono una bella sensazione scattante, pur restando relativamente silenziosi durante la digitazione. Con il test di digitazione 10fastfingers.com ho totalizzato 78 parole al minuto con due soli errori, a fronte di una media personale compresa fra 75 e 80 parole al minuto.

L'app KLM (Keyboard LED Manager) permette di personalizzare i colori e il tipo di retroilluminazione, scegliendo tra diverse tonalità e intensità, compresi modelli come Wave e Breathing. Il tutto è combinato con la possibilità di assegnare colori differenti alle varie sezioni (sinistra, centro e destra), che mi ha permesso per esempio di creare una tastiera rossa, bianca e blu lampeggiante che mi ricordava Capitan America impegnato a difendere la libertà contro ignari malfattori.

L'area sensibile del touchpad misura 10,4 x 6,9 centimetri ed è decentrata verso la sinistra del poggiapolsi per restare sotto alla barra spaziatrice. Durante l'uso ho apprezzato sia la superficie liscia e opaca sia la risposta istantanea che ottenevo tracciando gesture come il pinch-to-zoom.

Connettività

Tutti i connettori del WS60 sono disposti lungo i lati corti dello chassis, dove si contano la presa di alimentazione, due porte USB 3.0, le prese jack separate per microfono e cuffie a sinistra. A destra rispondono invece all'appello un altro connettore USB 3.0, un lettore per le schede SD, l'uscita video HDMI, Thunderbolt 2 (ideale per il backup di file video di grandi dimensioni) e la presa Ethernet.

La webcam cattura immagini a 1920 x 1080 pixel e registra video alla stessa risoluzione a 30 FPS. Una foto scattata in un ufficio bene illuminato ha colto molti dettagli della mia maglietta, ma era leggermente sottoesposta il che ha fatto sembrare i miei capelli una massa scura.

Audio

Gli altoparlanti Dynaudio posizionati sopra alla tastiera restituiscono un suono profondo. Usando il software Sound Blaster Cinema 2 di Creative potete scegliere fra diversi stili di riproduzione fra cui per esempio musica, film e giochi, oppure ne potete creare di personalizzati. Quando ho ascoltato "Real Slow" di Miami Horror ho apprezzato le delicate voci. Dopo aver potenziato i bassi in Cinema 2 si sono bilanciati molto bene con gli alti taglienti.

Schermo

Ho apprezzato molto il display da 15,6 pollici a risoluzione 4K del WS60, ma avrei preferito che visualizzasse colori più precisi. Quando ho guardato il trailer di Jurassic World ho notato che la nebbia di solito bluastra della foresta aveva assunto una sfumatura verde spettrale.

 

Lo schermo della WS60 è anche meno luminoso di quello delle workstation concorrenti: arriva al massimo a 216 candele, ossia 100 in meno del Lenovo W550s (312 candele) e dell'HP ZBook 15u G2 (307 candele).

Più preoccupante (soprattutto per chi deve lavorare con contenuti video) è che il range di colori della WS60 è del 20% inferiore a quello delle altre workstation, dato che riesce a riprodurre solo il 78,1 percento del gamut volume. Il ThinkPad W550s e lo ZBook 15u G2 si sono dimostrati entrambi migliori, con valori rispettivamente di 100,2 e 103,4 percento.

Anche l'accuratezza dei colori del WS60 è stato un problema, dato che abbiamo misurato un Delta-E di 11,6 (più è vicino allo zero meglio è). Decisamente peggio sia del ThinkPad W550s (2,72) sia dello ZBook 15u G2 (1,68).