Monitor

NEC SpectraView 552 è un display fotografico da 55 pollici

NEC ha presentato ufficialmente in Italia il display SpectraView 552, un display professionale 16:9 che con la sua diagonale di ben 55 pollici e la gestione del colore a 10 bit si pone al limite tra i display fotografici color critical e i cosiddetti public display che si installano negli spazi pubblici. Il suo lato caratteristico sta infatti nell'essere il primo public display con una rappresentazione professionalmente accurata dei colori. Le applicazioni per cui è progettato lo SpectraView 552 sono tutte di fascia alta (design, fotografia digitale, lavorazioni tessili, modellazione digitale, prototipazione), grazie tra l'altro a una diagonale che gli permette di visualizzare in dimensioni reali oggetti di oltre un metro (lo schermo misura 120 x 68 centimetri).

La risoluzione nativa del pannello è di 1.920 x 1.080 pixel e la retroilluminazione è a tubi fluorescenti, come è di norma nei public display. La luminosità tipica è di 500 cd/m2 mentre quella massima di 700, il rapporto di contrasto è 4.000:1 e il tempo di risposta grigio-grigio è pari a 8 millisecondi. Il display viene configurato per gestire lo spazio colore dsRGB, ossia quello usato per i contenuti dei public display, ma può essere ricalibrato e copre il 75 percento dello spazio colore Adobe RGB.

Dal mondo dei public display il nuovo NEC SpectraView 552 prende la possibilità di essere collegato ad altri display per realizzare configurazioni multischermo e un doppio slot in cui inserire schede proprietarie che possono anche essere dei veri e propri computer con processori Intel (dagli Atom fino ai Core i7) e che in alcune applicazioni evitano la necessitò di collegare il display a un computer esterno. Tipicamente da public display è anche la ricchezza delle opzioni di connettività video analogica (VGA, S-Video, Composito, Component, RGBHV) e digitale (DVI, HDMI, DisplayPort) in ingresso ma anche in uscita (Composito, DisplayPort, DVI) proprio per il collegamento ad altri display.