Periferiche di Rete

Nokia-Siemens: la grande partnership

Pagina 1: Nokia-Siemens: la grande partnership

Nel 2001 il segmento mobile aveva accolto con stupore la nascita della joint-venture Sony-Ericsson. Un sodalizio di global marketing ed expertise tecnologica che forse non ha ancora raggiunto i risultati sperati, ma che è diventato di fatto la quarta forza mondiale con il 7% di share. Adesso è arrivato il momento di Nokia-Siemens, una partnership che riguarderà solo i dipartimenti di network telecommunication – quindi switch telefonici, router, e stazioni. Non vi è quindi da preoccuparsi… Nokia non sposerà mai il design mobile teutonico.

Il segmento globale in questione è valutato circa 65 miliardi di dollari, una torta quanto mai allettante che l’ibrido tedesco-finlandese cercherà bulimicamente di aggredire. Nokia Siemens Networks partirà da una quota di vendite annuali di circa 19,9 miliardi di dollari, in pratica la somma dei precedenti singoli dipartimenti. La proprietà sarà al 50% Nokia e al 50% Siemens.   

L’operazione è stata favorita dalle ultime rispettive ristrutturazioni interne. Entrambe le aziende, infatti, hanno annunciato un taglio complessivo del personale di circa 9 mila unità – paragonabile al 15% – che permetterà, secondo le stime, un risparmio di 1,5 miliardi di dollari all’anno entro il 2010. La Borsa ha reagito celermente alla notizia, e le azioni sono salite progressivamente.

Si tratta di un’ottima soluzione per Siemens e per l’intero comparto, perché si tradurrà in una minore competizione”, ha dichiarato Michael Vieker, operatore finanziario che gestisce pacchetti azionari per circa 460 milioni di dollari presso la Muenchener Kapitalanlage.