Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Nuovi driver, migliorano i consumi in idle delle GeForce RTX

Testando le GeForce RTX 2080 e 2080 Ti abbiamo notato un consumo in stato di idle più alto della generazione precedente. Interrogata sulla questione, Nvidia ci fece sapere che confermava quei numeri, ma dato che erano comunque più alti di quanto previsto, avrebbe lavorato a un driver per migliorarli. I nuovi driver GeForce 411.70 WHQL distribuiti […]

Testando le GeForce RTX 2080 e 2080 Ti abbiamo notato un consumo in stato di idle più alto della generazione precedente. Interrogata sulla questione, Nvidia ci fece sapere che confermava quei numeri, ma dato che erano comunque più alti di quanto previsto, avrebbe lavorato a un driver per migliorarli.

I nuovi driver GeForce 411.70 WHQL distribuiti nelle scorse ore offrono ottimizzazioni per i nuovi titoli Assassin’s Creed Odyssey, Forza Horizon 4 e FIFA 19, ma anche miglioramenti proprio per quanto riguarda il consumo in stato di riposo, quando la scheda è accesa ma sostanzialmente fa poco o nulla.

Techpowerup ha testato velocemente i nuovi driver e ha ravvisato dei progressi. I consumi in idle con un solo monitor collegato sono scesi e, anche se non sono ai livelli delle precedenti soluzioni con GPU Pascal, si allineano maggiormente a quelli delle soluzioni Vega di AMD.

idle rtx 41170 1

Il sito non ha invece ravvisato miglioramenti in multi-monitor e in altri frangenti. Nulla da riportare anche nei consumi in gaming o sotto stress test, anche se Nvidia non aveva promesso interventi per quei casi d’uso. A ogni modo nel rapporto tra consumi e potenza le nuove soluzioni Turing ne escono decisamente bene.

idle rtx 41170 2
idle rtx 41170 3

Stando all’approfondimento di Techpowerup, i miglioramenti nei consumi in idle e nella riproduzione di Blu-Ray sono figli di una riduzione del 50% della frequenza della memoria. Nvidia avrebbe anche ridotto leggermente le tensioni di funzionamento in idle della RTX 2080, allineandole a quelle della RTX 2080 Ti. Potrebbero esserci stati anche altri interventi, ma non sono direttamente misurabili, quindi non ne abbiamo conferma.

L’auspicio è che almeno per quanto riguarda il funzionamento in multi-monitor Nvidia riesca a ottimizzare ulteriormente i consumi. Di fatto però siamo solo all’inizio del ciclo di vita di Turing, quindi il team driver dell’azienda dovrebbe riuscire nel tempo a trovare il giusto bilanciamento in ogni situazione. Potete scaricare i nuovi driver 411.70 da questo indirizzo e leggere le note di rilascio complete qui.