Schede Grafiche

Nvidia denuncia ancora Samsung, quattro brevetti (forse) violati

Nvidia ha depositato una nuova denuncia contro Samsung in Virginia. La casa di Santa Clara ha aggiunto alla sua disputa esistente con l'azienda sudcoreana quattro nuovi brevetti che riguardano l'ambito grafico, che si aggiungono alle sette proprietà intellettuali al centro di due distinte azioni presso l'ITC e la corte del Delaware.

È proprio Nvidia a darne conto sul blog aziendale, spiegando come i nuovi brevetti che Samsung avrebbe violato saranno vagliati dal giudice nello stesso momento in cui questo verificherà le affermazioni dell'azienda sudcoreana contro Nvidia, presunta colpevole di violazione di brevetti e falsa pubblicità.

nvidia samsung
Anche Qualcomm è stata denunciata da Nvidia

In secondo luogo il giudice Robert E. Payne ha fissato la data dell'11 gennaio 2016 per l'avvio del processo in Virginia. Questo procedimento si focalizzerà sui sei brevetti che Samsung ha portato contro Nvidia, due brevetti che l'azienda sudcoreana ha "scagliato" contro il rivenditore Velocity Micro e quattro proprietà intellettuali che Nvidia conta di far valere contro Samsung.

Questi nuovi sviluppi della vicenda seguono la decisione del giudice di permettere a Nvidia di procedere contro Samsung con quasi tutti i brevetti al centro della disputa presso la US International Trade Commission (ITC). Le prime udienze di questo procedimento sono state fissate nella seconda metà di giugno. In gergo tecnico si è trattato di una "pretrial decision" (o Markman ruling), una fase che precede il processo penale.

GeForce GTX 960 GeForce GTX 960

"Nvidia ha speso più di 9 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo a partire dal 1993, quando abbiamo iniziato a creare un asset composto da 7.000 brevetti che costituiscono il portfolio più ricco al mondo di proprietà intellettuali grafiche. La nostra strategia è di ottenere un ritorno adeguato sul nostro investimento concedendo in licenza i nostri core grafici o i nostri brevetti. La riluttanza di Samsung nel negoziare ci ha costretti ad andare per vie legali", ha scritto Nvidia sul proprio blog.

Nvidia ha chiesto all'ITC e alla corte del Delaware di bloccare le consegne di smartphone e tablet Galaxy equipaggiati con chip grafici Qualcomm Adreno, ARM Mali o Imagination PowerVR, oltre a un risarcimento danni. In Virginia Samsung richiede un risarcimento danni per la violazione deliberata dei brevetti, inclusi alcuni che governano il modo in cui i semiconduttori raccolgono e usano i dati.

Tutto questo avviene mentre Samsung e Nvidia avrebbero firmato un'intesa di carattere produttivo. Si vocifera infatti che l'azienda sudcoreana realizzerà non solo i SoC Tegra, ma anche le future GPU per le schede GeForce, Quadro e Tesla.