Schede Grafiche

Nvidia RTX 3090 | Recensione

Pagina 1: Nvidia RTX 3090 | Recensione

Introduzione

Dopo la recensione, molto positiva, della RTX 3080, è giunto il momento di parlare della sorella maggiore, la RTX 3090. Il nome potrebbe far pensare a una scheda di fascia superiore dedicata ai videogiocatori, ma non è così. Questa BFGPU (così la definisce Nvidia) possiamo ad oggi considerarla come la nuova Titan RTX e, di conseguenza, non è pensata per essere semplicemente usata per i videogiochi. Intendiamoci, come vedremo nei test la RTX 3090 permette di giocare senza alcuna difficoltà, anzi è attualmente la scheda più veloce al mondo, ma è anche un ottimo strumento per i content creator che lavorano con progetti impegnativi che necessitano grandi quantità di memoria, come testimoniano i 24GB di GDDR6X che troviamo a bordo. La risoluzione 8K è alla portata di questa RTX 3090.

Di tutte le novità di Ampere e delle memorie GDDR6X abbiamo già parlato nella recensione della RTX 3080. In questo articolo ci concentriamo soprattutto su cosa cambia in termini di specifiche tecniche tra la RTX 3090, la RTX 3080 e la Titan RTX, l’ormai ex scheda di riferimento per tutti coloro che avevano bisogno di più prestazioni con i software professionali, ma non volevano scegliere una GPU della famiglia Quadro.

Scheda video RTX 3090 FE RTX 3080 FE Titan RTX RTX 2080 Ti FE
GPU GA102 GA102 TU102 TU102
Processo produttivo Samsung 8nm Samsung 8nm TSMC 12nm TSMC 12nm
Transistor (miliardi) 28.3 28.3 18.6 18.6
Dimensioni del die (mm^2) 628.4 628.4 754 754
Cuda core 10496 8704 4608 4352
Streaming Multiprocessor 82 68 72 68
Tensor Core 328 272 576 544
RT Core 82 68 72 68
Frequenza base (MHz) 1395 1440 1350 1515
Frequenza boost (MHz) 1695 1710 1770 1635
Velocità memoria (Gbps) 19.5 19 14 14
Quantità memoria (GB) 24 10 24 11
Bus 384 320 384 352
Bandwidth (GB/s) 936 760 672 616
TDP (watt) 350 320 285 260

Dando uno sguardo alle specifiche tecniche, vediamo che la RTX 3090 offre più RT Core della Titan RTX, ma meno Tensor Core e frequenze più basse. C’è però da specificare che gli RT Core della RTX 3090 sono di seconda generazione e i Tensor Core di Terza generazione, mentre quelli presenti sulla Titan RTX sono rispettivamente di prima e seconda; questo dovrebbe portare ad avere prestazioni superiori in ogni scenario in cui i core vengono sfruttati a dovere, indipendentemente dal loro numero effettivo.

Entrambe le schede hanno la stessa quantità di memoria, ma la GDDR6X è nettamente più veloce della GDDR6 e questo si traduce in un bandwidth il 39% superiore. Ad aumentare è anche il TDP, che passa da 285W a 350W (23% in più).

La RTX 3090 è una scheda enorme, che occupa 3 slot e misura 313 x 138 mm. Usa lo stesso connettore d’alimentazione 12 pin visto sulla RTX 3080 e ha bisogno di un PSU da almeno 750W, inoltre i due cavi 8-pin che vengono collegati all’adattatore devono provenire da due uscite diverse, quindi a differenza di quanto succede con le altre schede non è possibile usare cavi a Y.

La nuova RTX 3090 Utilizza lo stesso sistema di raffreddamento a doppia ventola visto sulla RTX 3080 e questo, secondo Nvidia, garantisce fino a 30 gradi  e 20dBA in meno rispetto a una Titan RTX portata a 350W. Purtroppo non abbiamo questa scheda in laboratorio, quindi non possiamo confermare quanto affermato dalla società.