Software

Grosso aggiornamento per Private Internet Access VPN, ecco tutte le novità

Messaggio importante per tutti i navigatori delle turbolente (e sorvegliatissime) acque della Rete: la VPN Private Internet Access aggiorna la propria offerta con numerose importanti migliorie.

Come sa bene chi segue regolarmente Tom’s Hardware, il mondo dei servizi VPN (Virtual Private Network) è un ambiente in cui la competitività è estrema. A mano a mano che le singole VPN si sono affacciate sul mercato, infatti, ciascuna di esse ha provato a ottenere un vantaggio competitivo presentando piccole opzioni aggiuntive a cui, fino a quel momento, si era data scarsa attenzione. Ormai, però, il numero di competitor è talmente elevato e i servizi sono diventati talmente performanti, che le cosiddette “opzioni aggiuntive” di cui sopra non sono più considerate semplici orpelli, ma componenti fondamentali in grado di orientare l’acquisto degli indecisi.

Non stupisce quindi che la britannica Private Internet Acces abbia pensato di potenziare il proprio servizio.

Questo l’elenco degli upgrade effettuati:

  • è stato aggiunto lo Split Tunnelling alle applicazioni desktop: ora si possono quindi escludere alcuni software (ad esempio gli antivirus) dall’instradamento VPN;
  • è stato implementato il protocollo Wireguard su tutte le applicazioni disponibili (mobile e desktop): in questo caso si tratta di uno standard che rappresenta lo “stato dell’arte” della sicurezza e dell’efficienza crittografica;
  • le nazioni coperte dal servizio passano a 48, dalle precedenti 45, con un incremento anche sul numero di località coperte all’interno di questi paesi (che ora sono 69);
  • è stato aggiunto un servizio di supporto Live Chat 24/7;
  • Il periodo “soddisfatti o rimborsati“, passa a 30 giorni, dai 23 precedenti;
  • la velocità è aumentata, tanto che  Private Internt Access si è aggiudicata il titolo di servizio VPN più performante del 2020, secondo il magazine specializzato Top10VPN;
  • la società ha distribuito i sorgenti delle proprie app, rendendoli di fatto open source, il che è sicuramente il massimo della trasparenza possibile immaginabile e dà fiducia nei confronti della buona fede dell’azienda e della sicurezza che questa ha nei propri mezzi, ma se si tratti o no di una buona mossa bisognerà aspettare il prossimo futuro per saperlo. Da un lato potremmo assistere a un mare di migliorie proposte dalla comunità degli utenti e dei white hat (cosa sicuramente positiva), ma dall’altro, se il software e il servizio hanno qualche vulnerabilità, verrà senz’altro fuori e in quel caso i black hat saranno più che pronti a sfruttarla…
  • è stata rinnovata la tariffa 65,00 € per 2 anni (con 2 mesi aggiuntivi in regalo), che fa scendere la tariffa mensile a un competitivissimo 2,50 €/mese;

Il suggerimento, come sempre, è quello di testare le cose di persona: ora che è stato ampliato il periodo “soddisfatti o rimborsati“, potrebbe essere un buon momento per approfittarne.

Private Internet Access promo

Potete sottoscrivere Private Internet Access da questa pagina con uno sconto del 73% e 2 mesi gratis sul piano da 2 anni