Schede Grafiche

Questa nuova GPGPU cinese punta a sfidare NVIDIA e AMD in ambito Data Center

Shanghai Tianshu Zhixin Semiconductor Co. Ltd., comunemente nota come Tianshu Zhixin, ha presentato la sua GPGPU Big Island (BI), che viene pubblicizzata come la prima GPGPU domestica cinese adatta per l’impiego con applicazioni AI e HPC, oltre a poter essere sfruttata in altri settori, come l’istruzione, la medicina e la sicurezza.

Big Island (BI) GPGPU

Big Island racchiude 24 miliardi di transistor e si basa su un’architettura GPU proprietaria. Il chip viene realizzato sul nodo di produzione a 7nm con il packaging 2.5D CoWoS (chip-on-wafer-on-substrate). Tianshu Zhixin non ha rivelato esplicitamente la fonderia responsabile della produzione di Big Island, ma la descrizione del nodo coincide con uno dei processi di produzione di TSMC. Tianshu Zhixin ha iniziato lo sviluppo di Big Island nel 2018, finalizzandone il tapeout nel maggio 2020. Ora dovrebbe trovarsi nella sua fase di produzione di massa se la compagnia intende commercializzare il prodotto entro quest’anno.

Chip Copertina

Secondo quanto riferito, Big Island fornisce il doppio delle prestazioni dei prodotti tradizionali esistenti sul mercato, offrendo anche un rapporto prezzo/prestazioni molto interessante. Big Island supporta tanti formati in virgola mobile, inclusi FP32, FP16, BF16, INT32, INT16 e INT8, solo per citarne alcuni. Tianshu Zhixin non ha ancora pubblicato nel dettaglio le performance raggiungibili da Big Island, ma la società ha anticipato prestazioni in FP16 fino a 147 TFLOPS. Per fare un confronto, NVIDIA A100 e AMD Instinct MI100 offrono prestazioni FP16 pari a 77,97 TFLOPS e 184,6 TFLOPS, rispettivamente.

Sarà molto interessante vedere, nel corso dei prossimi mesi, quali saranno le prestazioni reali del chip e quanti Data Center adotteranno questo nuovo prodotto.

Intel Core i7-10700K dal clock base di 3,8GHz, socket LGA1200 e 125W di TDP è disponibile su Amazon a prezzo ribassato!