Schede Grafiche

Recensione della GeForce GTX 560, Nvidia ci prova con l’overclock

Pagina 1: Recensione della GeForce GTX 560, Nvidia ci prova con l’overclock

Introduzione

Nvidia e AMD fanno di tutto per assicurarsi di offrire prodotti che rappresentino un’alternativa a ogni singola scheda realizzata dalla rivale, in ogni fascia di prezzo. E così nessuna fascia di prezzo è dominata da una singola scheda per un tempo troppo lungo.

Nvidia ha recentemente presentato la GeForce GTX 550 Ti per competere con la Radeon HD 5770/6770, e AMD ha introdotto sul mercato la Radeon HD 6790 per competere con la GeForce GTX 460 768 MB.

Oggi Nvidia immette sul mercato la GeForce GTX 560. In molti avranno notato che nel nome manca il suffisso “Ti”. La GeForce GTX 560 Ti, già in commercio, è infatti pensata per sfidarsi con la Radeon HD 6950 1 GB. Il nuovo prodotto è invece destinato a scontrarsi con la meno costosa Radeon HD 6870, venduta a circa 190 euro.

In che modo Nvidia è riuscita a trasformare la GTX 560 Ti nella GeForce GTX 560? Non ha semplicemente rimosso il suffisso alla fine del nome, ma ha lavorato sul chip GF114.

Nvidia prima di tutto ha disabilitato uno Streaming Multiprocessor (SM), portando il totale del core grafico GF114 a otto. Ogni SM funzionante integra 48 shader, quattro unità dispatch e otto unità texture. Tutte e quattro le partizioni ROP a 64 bit sono abilitate, e ognuna è in grado di gestire otto pixel integer a 32 bit per ciclo di clock. Il risultato è che la GeForce GTX 560 ha 336 shader, 56 unità texture, 32 ROP e un bus di 256 bit.

Se queste specifiche vi suonano vagamente familiari è perché sono le stesse della GeForce GTX 460 1 GB; ha un senso, visto che il GF114 è funzionalmente identico al GF104. È stato semplicemente riprogettato lavorare a frequenze più elevate e consumare meno. Detto questo ciascuno di noi si aspetterebbe che la GTX 560 rimpiazzi la GTX 460, ma c’è una variabile da considerare: le frequenze. Una GeForce GTX 460 standard lavora a 675 MHz per il core e 900 MHz per la memoria GDDR5. La GTX 560 ha una frequenza di 810 e 1002 MHz rispettivamente per core e memoria; frequenze più simili a quelle della GeForce GTX 560 Ti (822/1022 MHz).

Ora, tutti ricordiamo che la GTX 460 scala incredibilmente bene quando è overcloccata. Quindi ci aspettiamo che la GTX 560 metta in grande difficoltà la HD 6870 di AMD. Diamo uno sguardo alle schede che si trovano nella stessa fascia di prezzo:

GeForce GTX 460 1 GB

GeForce GTX 560 1 GB

GeForce GTX 560 Ti 1 GB

Radeon HD 6870 1 GB

Shader

336

336

384

1120

Unità texture

56

56

64

56

Full Color ROPs

32

32

32

32

Frequenza grafica

675 MHz

810 MHz

822 MHz

900 MHz

Frequenza shader

1350 MHz

1620 MHz

1644 MHz

N/A

Frequenza Memoria

900 MHz

1002 MHz

1002 MHz

1050 MHz

GDDR5

1 GB

1 GB

1 GB

1 GB

Bus

256-bit

256-bit

256-bit

256-bit

Bandwidth

3.6 GB/s

4 GB/s

4 GB/s

4.2 GB/s

Texture Filtering Rate

37.8 GTex/s

45.4 GTex/s

52.5 GTex/s

50.4 GTex/s

Connettori

2 x DL-DVI,
1 x mini-HDMI

2 x DL-DVI,
1 x mini-HDMI

2 x DL-DVI,
1 x mini-HDMI

2 x DVI,
1 x HDMI,
2 x DisplayPort

Form Factor

Dual-slot

Dual-slot

Dual-slot

Dual-slot

Alimentazione

2 x 6-pin

2 x 6-pin

2 x 6-pin

2 x 6-pin

Alimentatore raccomandato

450 W

450 W

500 W

500 W

TDP

160 W

160 W

170 W

151 W

La tabella evidenzia che la GTX 560 è essenzialmente una GTX 460 overcloccata ai livelli della GTX 560 Ti. Purtroppo Nvidia non ci ha fornito una scheda standard, ma avevamo due schede a disposizione offerte dai produttori, la Zotac GTX 560 AMP! Edition e la Asus GTX 560 DirectCU II TOP.