CPU

Ryzen 3000 castrato durante la dimostrazione al CES?

Secondo fonti non meglio precisate dello YouTuber canadese DannyzPlays, il processore Ryzen di terza generazione mostrato in funzione al CES 2019 di gennaio avrebbe avuto un power limit ridotto del 30-40%.

In quell’occasione il processore a 8 core aveva fatto un’ottima impressione, superando l’Intel Core i9-9900K e consumando il 30% in meno con lo stesso numero di core e thread attivi. Se l’indiscrezione si rivelasse vera, sarebbe più che lecito aspettarsi prestazioni ancora superiori.

Ricordiamo inoltre che durante la presentazione al CES, il CEO Lisa Su ha mostrato un prototipo del processore, sul cui package era chiaramente visibile uno spazio vuoto in cui ci starebbe benissimo un secondo chiplet.

Questo ha dato adito ad alcune supposizioni, poi “confermate” da indiscrezioni girate per la rete, secondo cui nella nuova lineup di Ryzen ci saranno anche processori con 12 e forse anche 16 core. Se ciò fosse vero, la competizione tra AMD e Intel dovrebbe farsi ancora più intensa rispetto al passato.

Per certo ad oggi sappiamo che i nuovi Ryzen di terza generazione useranno ancora il socket AM4, conservando la compatibilità con le piattaforme già sul mercato. Arriveranno probabilmente però altri chipset, X570 e B550.

Lo YouTuber ha anche affermato che i nuovi Ryzen avranno anche una più ampia compatibilità con le varie memorie DDR4. Anche questa se confermata sarebbe un’ottima notizia per AMD, in quanto le CPU di prima e di seconda generazione faticavano a raggiungere velocità superiori ai 3200 MHz.

Come sempre queste indiscrezioni vanno prese con le pinze, dal momento che potrebbero benissimo risultare errate. Non ci resta che attendere la presentazione dei nuovi processori Ryzen – che speriamo avvenga durante il Computex di Taipei – per capire se le fonti di DannyzPlays hanno detto il vero oppure no.