Tom's Hardware Italia
Storage

Samsung PM981, un assaggio dei futuri SSD Samsung alla prova

Pagina 1: Samsung PM981, un assaggio dei futuri SSD Samsung alla prova
Siamo riusciti a reperire in Asia un nuovo SSD Samsung PM981 NVMe, con la nuova memoria V-NAND TLC a 64 layer e il controller Phoenix, due componenti alla base della futura serie di fascia alta consumer dell'azienda. L'abbiamo provato.

SAMSUNG PM981 (1TB)

SAMSUNG PM981 (1TB)

Abbiamo scovato il nuovo SSD PM981 di Samsung in Asia. Si tratta di un nuovo prodotto destinato agli OEM, interessante perché rappresenta le fondamenta del prossimo SSD di fascia alta per appassionati dell'azienda sudcoreana, probabilmente chiamato 980 – secondo precedenti indiscrezioni.

Questa soluzione M.2 si fregia della nuova memoria V-NAND a 64 layer di Samsung e un controller ad alte prestazioni che dovrebbero garantire, insieme, un throughput fino a 3500 MB/s in lettura sequenziale e 250.000 IOPS in lettura casuale.

Samsung, come gli altri produttori di memoria NAND Flash, ha una divisione che rifornisce di prodotti gli OEM come Lenovo, Dell e HP. Molte delle unità che raggiungono i PC di queste aziende sono poi leggermente riviste per arrivare sul mercato consumer.

samsung ssd pm981

Il Samsung PM981 è l'attuale portabandiera OEM dell'azienda in fatto di SSD M.2 NVMe. È l'SSD che viene fornito con il Lenovo Yoga 700 se selezionate l'SSD da 1 TB. Dovrebbe arrivare anche nell'offerta di HP e Dell, ma al momento non ci sono informazioni ufficiali. Anche i dettagli tecnici sono scarsi, ma in ogni caso una cosa appare chiara: gli SSD con memoria TLC di fascia alta stanno diventando una realtà, contro le previsioni di alcuni.

Per ora il PM981 è disponibile in due capacità da 512 GB e 1 TB. Entrambe le versioni sono in formato M.2 2280 a singola faccia. Samsung ha equipaggiato questa serie con il nuovo controller Phoenix, usato anche per gli SSD PM983 Next Generation Small Form Factor (NGSFF) destinati ai server.

Anche se sappiamo molto poco di quell'SSD, sappiamo che il suo controller Phoenix può gestire fino a 16 TB di NAND. Questo dà a Samsung ampio spazio per creare SSD consumer con capacità elevate. Il controller Phoenix, inoltre, ha radici enterprise come il precedente Polaris, anch'esso un componente centrale di diverse soluzioni per il segmento.

Specifiche

  Samsung PM981 (512GB) Samsung PM981 (1TB)
Capacità (grezza / utente) 512 GB / 512 GB 1024 GB / 1024 GB
Form factor M.2 2280 a singola faccia M.2 2280 a singola faccia
Interfaccia / protocollo M.2 M-Key / NVMe M.2 M-Key / NVMe
Controller Samsung Phoenix Samsung Phoenix
DRAM Samsung LPDDR3 Samsung LPDDR3
NAND Samsung V-NAND 64 layer Samsung V-NAND 64 layer
Lettura sequenziale 3500 MB/s* 3500 MB/s*
Scrittura sequenziale 3000 MB/s* 3200 MB/s*
Lettura casuale 250.000 IOPS* 250.000 IOPS*
Scrittura casuale 440.000 IOPS* 440.000 IOPS*
Codifica AES 256-bit TCG Opal AES 256-bit TCG Opal
Resistenza Ignota Ignota
Garanzia In base al rivenditore In base al rivenditore

* Stime basate sul nostro test con quattro manager a QD4

I produttori di SSD limitano le proposte OEM alle capacità più popolari. Abbiamo visto il PM981 in due capacità finora, ma Samsung potrebbe produrne altre. L'SM961 OEM dello scorso anno non è mai arrivato a 2 TB, ma l'azienda non ha avuto difficoltà a creare un modello retail equivalente, il 960 Pro, con tale capacità.

Come scritto prima, non abbiamo tutti i dettagli tecnici del prodotto, quindi abbiamo cercato di ottenerli tramite i nostri test. Abbiamo usato Iometer con quattro manager con una queue depth (QD) di quattro ciascuno per capire i valori che Samsung potrebbe usare per le specifiche ufficiali. Abbiamo infatti cercato di riprodurre una metodologia comune nell'industria per misurare le specifiche degli SSD NVMe.

I PM981 da 512 GB e 1TB hanno entrambi raggiunto quasi 3500 MB/s di throughput in lettura sequenziale. Il modello da 512 GB ha raggiunto 3000 MB/s di scrittura sequenziale, ma quello da 1 TB è arrivato a 3200 MB/s. Entrambe le unità hanno toccato 170.000 IOPS in lettura casuale, mentre abbiamo registrato circa 250.000 IOPS con un singolo worker a queue depth più alte. Entrambe le unità hanno mostrato prestazioni incredibili nel nostro test con scritture casuali di picco, toccando 440.000 IOPS.

La maggior parte degli appassionati è più interessata alle prestazioni casuali QD1 perché hanno un impatto maggiore sull'esperienza utente. E anche qui Samsung ha alzato l'asticella. Ogni anno l'azienda è riuscita ad aumentare le letture casuali QD1 di 2000 IOPS. Con il PM981 abbiamo raggiunto oltre 18.200 IOPS in lettura casuale a QD1, ovvero 2000 IOPS in più del 960 EVO da 1 TB provato lo scorso anno.

Samsung ha accoppiato il suo ultimo controller NVMe alla nuova memoria NAND a 64 layer. Non abbiamo molte informazioni del controller Phoenix, ma sappiamo qualcosa di più sulla nuova memoria. Secondo Samsung consuma meno e offre prestazioni superiori di 1,5 volte rispetto alla NAND a 48 layer. La V-NAND a 64 layer di Samsung ha debuttato nel Portable SSD T5, portando la sua capacità a 2 TB. La casa sudcoreana è in predicato di presentare memoria NAND 4-bit per cella (QLC) in futuro, ma per ora, la NAND 3-bit per cella (TLC) è lo standard per i prodotti consumer.

Caratteristiche

Con l'ultima generazione di SSD, Samsung ha introdotto una nuova etichetta con uno strato in rame che dissipa il calore generato dal controller. Il controller Phoenix di questo SSD, inoltre, ha una nuova copertura in rame come quella usata da SMI sull'SM2260, che aiuta a dissipare il calore.

test 01

Abbiamo svolto dei test per verificare il throttling termico, usando un carico di letture sequenziali esteso a QD1. L'unità ha letto dati per 109 secondi, pari a circa 207GB, prima di evidenziare un calo delle prestazioni a causa del throttling termico. Il 960 Pro e l'SM961 hanno impiegato più tempo per mostrare lo stesso comportamento con lo stesso sistema e la medesima quantità di flusso d'aria, ma entrambe le unità leggono i dati a una velocità leggermente inferiore. Il PM981 è ancora giovane e godrà di diversi aggiornamenti firmware nel corso della propria vita. Differenti OEM probabilmente lavoreranno con Samsung per mettere a punto firmware ad hoc per specifici sistemi e applicazioni.

Nel nostro test l'SSD PM981 ha mostrato prestazioni con carichi misti eccezionali, che superano qualsiasi SSD NAND mai testato. Il PM981 riduce il gap che separa l'Optane 900P di Intel e i normali SSD NAND; abbiamo registrato un incremento prestazionale di tre volte rispetto al 960 EVO con mix di letture sequenziali all'80% a QD2.

samsung ssd pm981 02

Abbiamo pagato 200 e 400 dollari rispettivamente per i PM981 da 512 e 1 TB. Il software Magician non li supporta. Come potete vedere dalle immagini le due unità appaiono identiche, salvo per gli identificativi sulla memoria NAND. Ci sono due package NAND, un package DRAM separato e il controller Phoenix. È una configurazione piuttosto diversa da quella del 960 Pro con quattro package NAND e un design PoP (Package on Package) per controller e DRAM. Il progetto compatto PoP ha permesso a Samsung di mettere tutti i componenti su un lato del 960 Pro.

samsung ssd pm981 01

Le nuove unità mostra un maggior numero di condensatori rispetto alla serie 960. Potrebbe trattarsi di un requisito del settore OEM per la protezione dei dati a riposo o quando si verifica un'improvvisa mancanza di energia. Il controller Phoenix, la piastra in rame e i package V-NAND a 64-layer sono i componenti su cui concentrarsi.