Storage

SSD a marchio AMD Radeon in arrivo per i fan più sfegatati

AMD presenterà presto una linea di SSD. Secondo il sito SemiAccurate l'azienda di Sunnyvale continuerà nell'espansione del marchio Radeon in settori che non sono prettamente di sua pertinenza. Il primo passo l'abbiamo visto con alcuni moduli di memoria DDR3, che hanno debuttato sul mercato europeo all'inizio di quest'anno per poi rinnovarsi con tanto di profilo AMP, analogo all'XMP di Intel, negli ultimi mesi.

Il secondo sarebbe quello di entrare nel settore delle unità dotate di memoria NAND Flash, seppur senza un vero e proprio impegno diretto. Come per le memorie DDR3 (prodotte da Patriot, VisionTek e XFX), anche gli SSD non saranno realizzati dalla stessa AMD ma da altre aziende, e per buone ragioni.

Per prima cosa la casa di Sunnyvale non ha assolutamente esperienza in questo settore, e in secondo luogo al momento non gode di una situazione finanziaria così rosea da poter investire la quantità di soldi necessaria per differenziarsi dalla concorrenza. Insomma si tratterà probabilmente di un marchio, che sarà apposto su SSD realizzati da una non meglio precisata azienda e dotati di un controller di terze parti come quelli di SandForce, Marvell o Link_A_Media Devices (LAMD).

In pochi oggi possono vantare la capacità di realizzare da sé i tre componenti principali – memoria, controller e firmware – di un SSD: c'è Intel, che tuttavia nel settore consumer usa SandForce e soprattutto troviamo Samsung, come abbiamo visto con la serie 840. Aggiungiamo anche OCZ, a cui sostanzialmente manca solo la memoria NAND Flash, in quanto oltre a curare il firmware ora ha anche un controller proprietario, il Barefoot 3, presentato con l'OCZ Vector (recensione).

Insomma, perché acquistare un SSD di AMD? Bisognerà attendere per rispondere a questa domanda, nonchè per capire dove voglia andare a parare l'azienda. La mossa sembra votata non solo a diffondere il marchio AMD, ma anche ad adottare sempre più una strategia di piattaforma. L'azienda di Sunnyvale ha CPU, APU, schede video e anche memorie.

L'SSD sembra il naturale complemento di un'azione che permetterà al reparto marketing di spingere sui concetti di compatibilità, velocità e quant'altro. Se dicessimo che "se ne sentiva la mancanza", vi mentiremmo, ma come ripetiamo da sempre più scelta c'è meglio è, per cui attendiamo fiduciosi nuove informazioni.