Storage

SSD esterno Orico, super-tascabile | Recensione

Se state cercando un piccolo SSD esterno, estremamente portatile, potreste considerare l’acquisto del modello Orico, disponibile in due versioni da 240 e 480 GB. È basato su una connettività USB-C e nella confezione è incluso un cavo USB-C con adattatore, che permette di collegarlo a una porta USB standard e alla più piccola USB-C. Lo standard di compatibilità è l’USB 3.1Gen2, e la connettività è SATA, quindi può trasferire file alla velocità di circa 500 Mb al secondo.

Il design è molto semplice, e il case in alluminio permette di assorbire il calore prodotti dai chip di memoria e dal controller, in maniera tale da mantenere le prestazioni al massimo possibile anche durante il trasferimento di una grande quantità di file.

Abbiamo effettuato dei test reali. Il valore massimo ottenuto nel test CrystalDiskMark, in lettura, si avvicina ai 500 MB al secondo (494 MB) mentre quello in scrittura è di 396 MB. Effettuando test di trasferimento di file reali, copiando un file da 50 GB, abbiamo ottenuto una velocità media di 323 MB/sec. I test di lettura dati (ad esempio se vorrete avviare direttamente video contenuti sull’SSD), ci ha restituito una velocità media di 205 MB/sec.

In base a questi risultati, non possiamo dire che questo SSD sia al vertice della categoria, tuttavia sono dati compatibili con lo standard SATA e sufficienti per le attività di tutti i giorni. Dovreste considerare l’acquisto di questo prodotto se volete, prima di tutto, un SSD esterno molto compatto. Piacevole l’inserimento del cavo con doppia connessione.