Monitor

Tecnologia FreeSync anche con l’HDMI, un prototipo al Computex

La tecnologia FreeSync di AMD potrebbe espandersi oltre lo standard DisplayPort – è un'appendice della versione 1.2a nota come DisplayPort Adaptive-Sync – per funzionare anche tramite HDMI (High-Definition Multimedia Interface).

FreeSync consente di sincronizzare il frame rate prodotto dalla GPU (Graphics Processing Unit) e il refresh rate del monitor per visualizzare le immagini senza ritardi e fastidiosi artefatti visivi. La tecnologia è compatibile con diverse schede video Radeon, ma anche le APU Kaveri (qui i dettagli).

Al Computex l'azienda statunitense ha dimostrato un prototipo di "Freesync over HDMI" usando una scheda video della serie R9 290, alle prese con una demo tecnologica a hoc, già usata in passato per mostrare i benefici della tecnologia.

freesync over hdmi 01
FreeSync tramite HDMI – Foto: Anandtech

Il prototipo è stato realizzato da AMD e Realtek. Quest'ultima, oltre a fornire un TCON standard, ha realizzato un firmware personalizzato affinché l'HDMI potesse diventare compatibile con la frequenza di aggiornamento variabile introdotta da FreeSync.

"Sul lato signaling AMD ha usato un protocollo personalizzato tramite HDMI 1.4a", scrivono Ian Cutress e Ryan Smith su Anandtech. "Rispetto al FreeSync su DisplayPort tutto il resto del funzionamento è lo stesso" e il risultato è identico.

Benq XL2730Z con FreeSync Benq XL2730Z con FreeSync

Con questa dimostrazione AMD ha il chiaro scopo di spingere verso l'introduzione del refresh rate variabile nello standard HDMI. In questo modo l'azienda avrebbe la propria tecnologia su un maggior numero di prodotti (DisplayPort non è sempre presente in tutte le soluzioni) e i suoi clienti avrebbero ulteriori opzioni in sede di acquisto.

Secondo Cutress e Smith "il fatto che Realtek abbia fatto tutto questo tramite un firmware personalizzato su un TCON standard apre tecnicamente alla possibilità di eseguire l'aggiornamento di monitor esistenti per abilitare questa funzionalità, ma poiché non è avvenuto per i monitor DisplayPort, è improbabile che ciò avvenga in questo caso".

Al Computex AMD ha anche parlato dei problemi attuali del FreeSync. Le soluzioni in commercio hanno un refresh rate minimo superiore ai 30 Hz – solitamente 40 o 48 Hz – e questo può annullare i benefici della tecnologia quando il frame rate scende sotto tali livelli.

freesync over hdmi 02
La demo tecnologica di AMD FreeSync – Foto: Anandtech

"Anche se questa è una limitazione del monitor piuttosto che della tecnologia FreeSync (DPAS, DisplayPort Adaptive-Sync), AMD facendo pressione sui produttori affinché portino sul mercato monitor con refresh rate minimi più bassi", aggiunge Anandtech.

Frutto di questi sforzi l'annuncio da parte del produttore Nixeus del primo monitor DPAS con refresh rate mimo a 30 Hz, il modello NX-VUE24. Si tratta di un display da 24 pollici Full HD, basato su pannello TN, con refresh rate massimo di 144 Hz e tecnologia pixel overdrive per combattere il ghosting, ossia l'effetto scia nelle immagini veloci.

Riguardo l'ultimo punto AMD ha affermato che il FreeSync è in grado di gestire il pixel overdrive, ma sta ai produttori implementarlo nello scaler dato che non fa parte dello standard DisplayPort Adaptive-Sync.

Con la tecnologia rivale G-Sync il modulo proprietario di Nvidia integrato nei monitor offre una soluzione chiamata "variable overdrive", detta anche "anti-ghosting". L'azienda ne ha illustrato il funzionamento nei giorni scorsi e potete apprenderne i dettagli a questo indirizzo.