Accessori PC e Gaming

Test Viper V770, tastiera meccanica dalle tante funzioni

Patriot Viper V770

 

Viper V770 è la tastiera gaming per chi vuole tante funzioni e solidità.

61YuYIJDzVL  SL1200


Viper non è un marchio noto ai più, ma se vi dicessimo Patriot Viper i più appassionati riconosceranno immediatamente alcune tra le migliori RAM sul mercato. Viper è in effetti il brand da gaming di Patriot, che da poco ha deciso di lanciarsi nel vasto panorama delle periferiche con alcune soluzioni tra cui l'ottima Viper V770, tastiera meccanica con switch Khail rossi e quasi tutto ciò che si possa desiderare da una periferica il cui prezzo supera i 140 euro.

Design e materiali

Viper ha come target i videogiocatori di tutto il mondo e la cosa è ben chiara sin da quando si apre la confezione, ben fornita che integra anche un poggiapolsi, manuali d'uso e alcuni adesivi. La periferica è pesante 1,39 Kg, costruita in alluminio e plastica con un design aggressivo dalle linee taglienti.

Leggi anche: Guida all'acquisto della Tastiera Meccanica

Taglienti come il logo dell'azienda che raffigura una vipera e che si trova con tanto di retroilluminazione sul poggiapolsi. La parte inferiore è semplice, in plastica, con i due piedini che permettono di regolare l'inclinazione mentre il perimetro è decisamente più interessante. Il grande cavo non removibile è lungo 1,8 metri e termina con ben 2 USB e jack per microfono e cuffie. Sul lato sinistro della V770 è infatti presente una porta USB mentre sul destro un jack AUX da 3,5 mm per usare auricolari e cuffie.

Untitled design (16)

La parte superiore integra 109 tasti di cui cinque macro dedicati, con N-Key Rollover e Anti-Ghosting. In alto a destra sono incluse ghiere per i controlli multimediali, sia per la navigazione che per il volume, mentre a sinistra otto pulsanti ci permettono di regolare le impostazioni di illuminazione.

La placca in alluminio è a filo con gli switch meccanici, soluzione estetica gradevole, e dona grande robustezza. Il poggiapolsi è dotato di alcuni pin che permettono di alimentare la retroilluminazione RGB, presente anche su tutti i tasti e sui lati.

Funzionalità

Il layout è USA e al momento non è disponibile una versione con layout italiano. I tasti macro sulla sinistra sono 5 e sono un po' troppo vicini al resto della tastiera. Durante la digitazione è molto semplice confondersi e premerli accidentalmente, qualche millimetro in più avrebbe reso l'ergonomia più semplice.

Particolare attenzione è stata posta sulla retroilluminazione. Infatti sono presenti non solo 8 micro tasti dedicati per cambiare gli effetti e l'intensità, ma anche diverse combinazioni di tasti in seconda funzione che permettono di variare velocità e stile delle varie animazioni.

Untitled design (15)

I controlli multimediali sono completi ed è presente la ghiera per il volume che se cliccata consente di mutare il suono, e tre micro ghiere per la navigazione tra i brani. Purtroppo non se ne possono personalizzare le funzioni, ma si tratta di inezie.

Centralmente è presente una slitta, che dovrebbe servire come docking per il cellulare. Tuttavia, sebbene la costruzione sia solida, non è in grado di supportare un comune smartphone da 5,5 pollici. L'incavo in cui va inserito è infatti troppo piccolo e manca un supporto in silicone che permetta di mantenere il dispositivo in posizione, con la conseguenza che cadrà inesorabilmente.

Untitled design (20)

Software

Sebbene sia semplice da usare, rimane indietro rispetto alla concorrenza, sia per grafica che per funzionalità. Purtroppo Viper non ha creato un unico software per la gestione di varie periferiche, quindi ogni dispositivo che sia tastiera, mouse o cuffia, avrà un software dedicato.

Tramite di esso è possibile assegnare diversi profili e personalizzare macro e retroilluminazione su ogni singolo tasto e sul poggiapolsi.

Tuttavia è un'esperienza che lascia un po' l'amaro in bocca. Non si possono per esempio regolare gli effetti o crearne ad hoc, spesso le impostazioni del software entrano in conflitto con quanto assegnato da tastiera, e soprattutto mancano impostazioni di sincronizzazione dell'illuminazione tra tastiera e poggiapolsi, oltre a essere totalmente assente la possibilità di sincronizzare varie periferiche.

Prova d'uso

Il design aggressivo potrebbe scoraggiarne l'uso in ufficio, ma gli switch Khail rossi offrono in realtà un feedback consistente e preciso. Si tratta di switch lineari, dunque senza click e discretamente silenziosi che però richiedono una forza di attuazione maggiore rispetto ai corrispettivi Cherry.

Untitled design (27)

Questa caratteristica li fa apprezzare nell'uso quotidiano anche se la digitazione risulta inevitabilmente più lenta.

I tasti in ABS restituiscono grande robustezza al tatto ed è assente qualsiasi micromovimento laterale durante la pressione.

Il poggiapolsi ha un aggancio magnetico molto potente, si può anche sollevare o spostare la tastiera senza paura che si stacchi accidentalmente. È ricoperto in materiale soft touch e offre un buon supporto ai polsi evitando sforzi eccessivi e sovraccarichi. Le dimensioni sono corrette anche per chi ha le mani molto grandi.

È una tastiera che in generale occupa molto spazio sulla scrivania e date le dimensioni di 22,9 x 49,5 x 3,9 cm ne sconsigliamo l'uso in setup compatti e che puntano al minimalismo.

Conclusioni

La Patriot Viper V770 è una tastiera con tutte le caratteristiche che un giocatore possa desiderare. Tasti macro dedicati, personalizzazione macro su ogni singolo tasto, retroilluminazione dall'ottima resa cromatica e decentemente personalizzabile, ghiere multimediali di facile uso, ottima costruzione e poggiapolsi.

Funzionalità che sono purtroppo limitate da un software sottotono per una periferica il cui costo si avvicina alla soglia dei 150 euro e che è disponibile con una sola scelta di switch e layout USA.


Tom's Consiglia

Una tastiera meccanica ricca di funzionalità ma compatta è la Drevo Tyrfing V2.