Software

Windows 10 integrerà le DirectX 12, Microsoft conferma

La versione finale di Windows 10, attesa per metà 2015, integrerà le DirectX 12. Ad annunciarlo è la stessa Microsoft, con un post sul proprio blog, nel quale si rivolge in particolar modo agli sviluppatori di videogiochi. L'azienda ha affermato infatti che presto metterà loro a disposizione l'occorrente per la realizzazione di nuovi titoli: un runtime aggiornato, header per le API, driver, documentazione e sample, tutti compatibili con Windows 10 Technical Preview, la versione di prova scaricabile dalla serata di ieri.

Come svelato in passato i primi giochi DirectX 12 arriveranno nelle vacanze natalizie 2015. Le nuove librerie saranno compatibili con tutte le architetture attuali, quindi Graphics Core Next sul fronte AMD (HD 7000 e successive), Kepler / Maxwell e anche Fermi su quello Nvidia (GTX 400 e successive) e i processori Core di quarta generazione (Haswell) e successivi per quanto concerne Intel – solo le soluzioni Iris e Iris Pro. Alcune novità però dovrebbero richiedere nuovi chip grafici.

Le nuove DirectX saranno, almeno dal punto di vista teorico, molto simili a quanto già offerto dall'API Mantle di AMD. Gli sviluppatori avranno la possibilità di lavorare a un livello più basso rispetto al passato, più vicino "al chip", permettendo ai videogiochi di scalare molto meglio su più thread e quindi fare un uso migliore della CPU (si parla di un miglioramento fino al 50%). I giochi beneficeranno inoltre di un bassissimo overhead sulla GPU, offrendo anche maggiore controllo sulla memoria grafica.

Microsoft ha colto l'occasione anche per annunciare un'interessante novità: l'Unreal Engine 4.4 supporta le DirectX 12. "I membri del nostro programma Early Access che hanno sottoscritto un abbonamento possono ottenere l'accesso al sorgente del porting DirectX 12 dell'UE4. Abbiamo lavorato con Epic per creare un branch DX12 sul repository UE4 su GitHub. Questo branch supporta l'UE 4.4".