Tom's Hardware Italia
Software

Windows 10 May 2019 Update: più controllo su quando installarlo

Windows 10 May 2019 Update sarà disponibile la prossima settimana nel Release Preview Ring e nella seconda metà di maggio per molti più utenti.

Il prossimo aggiornamento di Windows 10, finora identificato dal nome in codice 19H1, si chiama ufficialmente Windows 10 May 2019 Update. Con lui arriveranno importanti cambiamenti, richiesti a gran voce dagli utenti, relativi al processo di aggiornamento di Windows “pensati per migliorare l’esperienza, dare più controllo agli utenti e migliorare la qualità degli aggiornamenti di Windows”.

A dirlo è Mike Fortin, Corporate Vice President di Windows, che ha spiegato nel blog dell’azienda come gli ultimi feature update di Windows 10 s’installavano automaticamente “una volta che i dati ci davano sufficiente fiducia di una grande esperienza di aggiornamento”.

Purtroppo abbiamo visto come malgrado gli sforzi di Microsoft per assicurarne la qualità, per molti utenti si sia trattata di un’esperienza disastrosa, con perdite di dati e altri problemi. L’aggiornamento dello scorso ottobre, in particolare, ha dato parecchi problemi e la sua distribuzione su larga scala è stata rimandata a più riprese.

“A partire da Windows 10 May 2019 Update, gli utenti avranno più controllo su quando avviare l’installazione del feature update. Forniremo una notifica sul fatto che un aggiornamento è disponibile e consigliato in base ai nostri dati, ma starà in larga misura all’utente decidere quando avviare l’update“.

“Quando i dispositivi Windows 10 raggiungono o sono prossimi alla fine del servizio, Windows Update continuerà ad avviare automaticamente il feature update; mantenere le macchine supportate e ricevere aggiornamenti mensili è fondamentale per la sicurezza dei dispositivi e la salute dell’ecosistema”.

In tutti gli altri casi gli utenti “avranno la possibilità di scegliere esplicitamente se desiderano aggiornare il proprio dispositivo quando controllano gli aggiornamenti o se vogliono mettere gli update in pausa per un massimo di 35 giorni (7 giorni alla volta, per cinque volte)”. Questo varrà tanto per gli update mensili quanto per i feature update e riguarderà tutte le edizioni, Home inclusa, e segna una profonda novità rispetto al passato: molti, semplicemente controllando la presenza di update cumulativi, si sono visti installare un feature update non voluto in modo automatico.

Microsoft, inoltre, sta lavorando affinché la qualità del May 2019 Update sia più alta della versione precedente. “Aumenteremo la quantità di tempo della fase Release Preview e lavoreremo a stretto contatto con i partner durante questa fase per ottenere proattivamente più feedback immediati sulla release”. Oltre a questo continuano gli investimenti nel machine learning per scovare automaticamente problemi ad alto impatto.

“Sono felice di annunciare che Windows 10 May 2019 Update inizierà a essere disponibile la prossima settimana nel Release Preview Ring per i partecipanti al programma Windows Insider. Una disponibilità più ampia arriverà nella seconda parte di maggio per i clienti commerciali, persone che hanno scelto il nuovo May 2019 Update per i loro PC Windows 10 tramite Verifica Disponibilità Aggiornamenti e i clienti i cui dispositivi sono vicini alla fine del supporto della release installata”, ha aggiunto Fortin.

I nuovi controlli sono stati progettati per impedire aggiornamenti inaspettati. Al cuore di questo cambiamento c’è la nuova opzione “Download e install now” (Scarica e installa ora) all’interno di Windows Update, visibile nell’immagine. L’opzione Scarica e installa ora dà un controllo separato per avviare l’installazione di un feature update su dispositivi idonei. Sarà disponibile sulle versioni più popolari di Windows 10, 1803 e 1809, entro la fine di maggio.

Per Windows 10 May 2019 Update non si prevedono novità strabilianti, ma alcuni cambiamenti potrebbero piacervi: tra le certezze ci sono il tema “light”, una sandbox e la separazione di Cortana e ricerca, ma ci saranno tanti cambiamenti meno evidenti, nonché correttivi “sotto il cofano”. Insomma, una release che sembra portare maturità, a tutti i livelli. Speriamo di non essere smentiti!