Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

World of Tanks supporta il ray racing con Intel OneAPI

Wargaming ha scelto Intel OneAPI Rendering Toolkit per implementare il supporto Ray Tracing in World of Tanks.

Wargames ha annunciato sul sito ufficiale che World of Tanks guadagnerà il supporto al ray tracing grazie all’Intel OneAPI Rendering Toolkit.

Con l’update arriva anche il supporto per il Concurrent Rendering, anch’esso in collaborazione con Intel. Cosa fa questa tecnica? Consente al motore di gioco di eseguire calcoli contemporaneamente su tutti i core disponibili.

“Il problema”, spiegano gli sviluppatori, “è che con le impostazioni più basse, la CPU deve svolgere più operazioni per il rendering. “Quando si impostano le impostazioni ultra-alte, il numero di queste attività aumenta. A complicare la situazione c’è il fatto che questi compiti non sono uniformi: alcuni sono calcolati più velocemente, altri più lentamente. Molti sono interdipendenti e prima di iniziare nuovi calcoli è necessario attendere i risultati di quelli precedenti”.

Il concurrent rendering nasce per usare al meglio le risorse della CPU e di conseguenza la GPU. Potete vedere due GIF esemplificative su questa pagina.

Per quanto riguarda il ray tracing, sono richieste GPU DX 11 o 12 e può essere disabilitato dal menu impostazioni del gioco. “Con l’introduzione della nostra tecnologia Ray Tracing (RT), sviluppata grazie alla collaborazione con Intel, possiamo ricreare gli ‘attori principali’ del nostro gioco in qualità maggiore; i loro dettagli più piccoli restituiranno ombre super-realistiche quando sono colpiti dal solo. Il Ray Tracing vi immergerà in un’atmosfera di furiosi combattimenti tra carri armati migliorando l’esperienza di gioco”.

Ci sono tuttavia delle importanti limitazioni al supporto del Ray Tracing in World Of Tanks. Wargaming afferma che la tecnologia di rendering sarà impiegata solo su “veicoli intatti esposti alla luce solare diretta”.

Considerando che si tratta di un gioco che ha come scopo principale la distruzione dei mezzi nemici, è difficile pensare di godersi il Ray Tracing a meno che non si voglia seguire da vicino un tank nemico intatto per osservarne i dettagli.

OneAPI è il tentativo di intel di rendere per gli sviluppatori più semplice passare tra diverse piattaforme di calcolo – CPU, GPU, FPGA e acceleratori di intelligenza artificiale. L’azienda ha scritto sul proprio sito web che il OneAPI Rendering Toolkit è pensato per essere usato per “sviluppare applicazioni di visualizzazione ad alte prestazioni e fedeltà, efficaci, estensibili tramite librerie di rendering”.

L’introduzione del supporto del ray tracing in World of Tanks potrebbe apparire insignificante, soprattutto perché molto limitata, ma mostra che gli sviluppatori hanno mostrato interesse per il nuovo toolkit di Intel.

Dovrebbe trattarsi di una buona notizia perché oneAPI non si limita a una piattaforma come il supporto di ray tracing in tempo reale di Nvidia. Gli sviluppatori di videogiochi possono quindi scegliere quale soluzione di ray tracing abbracciare.