Spazio

Dalla ISS hanno fotografato un misterioso “evento luminoso” blu sulla Terra

L’8 ottobre, l’astronauta francese Thomas Pesquet ha catturato l’immagine di qualcosa di sorprendentemente raro a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La foto – un singolo fotogramma preso da un timelapse più lungo – potrebbe sembrare che mostri una bomba al cobalto che esplode sull’Europa, ma questa spaventosa luce blu non ha fatto alcun danno. In effetti, la maggior parte delle persone non si sono accorte dell’evento.

L’immagine mostra quello che è definito “evento luminoso transitorio” – un fenomeno simile a un fulmine che colpisce verso l’alto l’atmosfera superiore.

Conosciuti anche come illuminazione atmosferica superiore, gli eventi luminosi transitori sono un insieme di fenomeni correlati che si verificano durante i temporali, ma significativamente al di sopra di dove apparirebbe la normale illuminazione.

Stazione Spaziale Internazionale. Crediti: ESA

Ci sono “getti blu”, che si verificano più in basso nella stratosfera, innescati da fulmini. Se l’illuminazione si propaga attraverso la regione caricata negativamente (in alto) delle nuvole temporalesche, prima di attraversare la regione positiva sottostante, il fulmine finisce per colpire verso l’alto, accendendo un bagliore blu, colore causato dall’azoto molecolare.

“Ciò che è affascinante di questo fulmine è che solo pochi decenni fa erano stati osservati dai piloti e gli scienziati non erano convinti che esistessero davvero”, spiega Pesquet. Fra qualche anno potremmo scoprire che tali fenomeni influenzino anche il nostro clima. Questi eventi sono particolarmente difficili da fotografare da terra in quanto sono entrambi molto alti nel cielo e anche regolarmente oscurati da nuvole temporalesche. Inoltre, i fenomeni di solito durano solo millisecondi o un paio di secondi ogni volta.

È interessante notare che la Terra non è l’unico posto in cui si svolgono gli spettacoli di luce, sono stati avvistati “sprite blu” ad esempio anche su Giove. Secondo Pesquet “La Stazione Spaziale è estremamente adatta per questo tipo di osservazioni in quanto sorvola l’equatore dove ci sono più temporali”. È un evento molto raro e c’è una struttura al di fuori del laboratorio europeo Columbus dedicata all’osservazione di questi lampi di luce da cui gli scienziati sperano di ottenere molte più foto ed informazioni su questo incredibile fenomeno.