Terra

SpaceX vuole portare internet ovunque con Starlink

SpaceX di Elon Musk è in trattativa con “diverse” compagnie aeree nel tentativo di fornire ai propri mezzi il WiFi tramite la rete satellitare Internet in crescita della compagnia, Starlink. Mercoledì scorso, Jonathan Hofeller, vicepresidente di Starlink e vendite commerciali di SpaceX, ha dichiarato a un panel al Connected Aviation Intelligence Summit che la società sta cercando di portare, entro la fine del 2021, internet nelle zone rurali e nei centri commerciali direttamente via satellite.

SpaceX Dragon

“Siamo in trattative con diverse compagnie aeree”, ha detto Hofeller al panel. “Abbiamo il nostro prodotto per l’aviazione in fase di sviluppo, abbiamo già fatto alcune dimostrazioni fino ad oggi e stiamo cercando di finalizzare quel prodotto per essere messo sugli aerei nel prossimo futuro”.

SpaceX ha avviato un lancio beta dei suoi satelliti Starlink nel 2018 al fine di coprire una carenza globale di connessioni Internet a banda larga, in particolare nelle aree rurali dove le connessioni in fibra generalmente non sono prontamente disponibili. Con il piano beta, la maggior parte dei clienti Starlink paga una tariffa una tantum di cinquecento dollari per un pacchetto che include un’antenna Starlink autoallineante e un router Wi-Fi, e successivamente novantanove dollari al mese per i servizi Internet mensili. Negli anni trascorsi dal suo primo lancio, l’azienda ha inviato quasi 1.800 satelliti Starlink dei 4.400 che si stima sarebbero necessari per fornire una copertura globale.

airbus Airspace Connected Experience cover

Il servizio Internet di Starlink si basa su un modello di orbita terrestre bassa, in cui i suoi cluster di satelliti si trovano più vicini al pianeta rispetto alle orbite geostazionarie lontane dei satelliti Internet più grandi che in genere forniscono servizi Internet agli aerei commerciali. È la tecnologia che viene attualmente utilizzata dai dirigenti come il motivo principale per cui i “potenziali clienti dovrebbero scegliere Starlink rispetto ai suoi rivali obsoleti”, ed è anche la stessa tecnologia attualmente utilizzata da un gruppo crescente di concorrenti.