Tom's Hardware Italia
Apple

Apple Card, la carta di credito a misura di iPhone

Apple Card è la prima carta di credito dell'azienda di Cupertino. Pensata per integrarsi con l'applicazione Wallet degli iPhone, arriverà in estate negli Stati Uniti.

Nel corso dell’evento in corso presso lo Steve Jobs Theatre in California, è stato alzato ufficialmente il sipario su Apple Card. Si tratta della prima carta di credito dell’azienda di Cupertino che, neanche a dirlo, è stata pensata appositamente per gli iPhone. Come da tradizione, i partner coinvolti per questo nuovo servizio sono di primissimo livello: Goldman Sachs per la parte finanziaria, Mastercard per il circuito di pagamento. Insomma, si fa sul serio.

Apple Card si integra con iOS grazie a Wallet, il portafoglio virtuale degli iPhone. Attraverso di esso sarà possibile tenere traccia di tutte le transazioni, con nuove funzionalità introdotte per l’occasione dall’azienda di Cupertino. Tra queste spicca certamente quella denominata Daily Cash, con la quale l’utente potrà ricevere dei rimborsi giornalieri in base a quanto speso con la carta di credito (si assesteranno su percentuali del 2%, che diventeranno del 3% nello store online e nei negozi fisici Apple e dell’1% per pagamenti “fisici”).

Interessante anche la funzionalità che, grazie all’integrazione con l’applicazione proprietaria Mappe, consentirà di scoprire dove e come sono state effettuate le spese, con l’ausilio di un vero e proprio conto virtuale. Ovviamente, grande attenzione al tema della privacy: Goldman Sachs non potrà cedere a terze parti i dati degli utenti; le transazioni non saranno note ad Apple; l’autenticazione dei pagamenti passerà attraverso il Face ID o il Touch ID, a seconda del modello di iPhone utilizzato; tutti i livelli di sicurezza di iOS saranno garantiti anche su Apple Card.

Importante sottolineare un aspetto. La carta di credito in questione non è rappresentata solo da un servizio digitale integrato con Wallet, bensì è una vera e propria carta fisica (la potete osservare nelle immagini) che, tra l’altro, presenta una particolarità rispetto a tutte le altre, ovvero quella di non presentare numero di serie, data di scadenza, codice CCV o altri dati sensibili, questo a voler ulteriormente sottolineare l’attenzione alla sicurezza e alla privacy. Arriverà in estate negli Stati Uniti, attendiamo ulteriori dettagli tecnici, anche in relazione all’eventuale disponibilità in Europa.

iPhone Xr, lo smartphone più economico di Apple, è disponibile sullo store ufficiale a partire da 889 euro. Lo trovate a questo link.