Android

Apple, il nostro primo approccio con iOS 11 beta

iPhone 8, atteso in autunno, si pone due ambiziosi obiettivi: festeggiare i 10 anni di iPhone con un terminale innovativo e, allo stesso tempo, rispondere al successo di design e vendite di Samsung S8. Qualche giorno fa Apple ha rilasciato, solo per gli sviluppatori, la prima versione beta di iOS 11, il sistema operativo che dal prossimo autunno equipaggerà i dispositivi mobili della mela. In questo articolo dopo i primi test vediamo le novità più salienti, che preannunciano futuri sviluppi ed orientamenti di casa Apple.

Download, setup, autonomia della batteria 

Download installazione e setup del dispositivo sono molto veloci, 40 minuti circa in media (sui diversi dispositivi aggiornati, leggermente di più  su iPad). Alla fine dell'aggiornamento, tutti i dati sono al loro posto, senza perdita d'informazioni dovuta al reset. Con tutti i distinguo dovuti  – si tratta della prima beta e il testing è ancora in corso – non abbiamo rilevato diminuzione di autonomia della batteria. Anche per quanto riguarda la fluidità non abbiamo notato nessun rallentamento su iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S.  

iOS che cambia strizzando l'occhio ad Android

ios 11 ipad iphone

Analizziamo alcune delle numerose novità di iOS 11. Sicuramente la svolta epocale per iPhone è la presenza del File Manager, che permette di sfogliare i file sia in locale che in remoto. Il sistema prevede anche l'accesso a tutti i principali servizi Cloud, da Dropbox a Google Drive, che si aggiungono a iCloud. In beta molti servizi non sono ancora attivi; lo saranno con l'aggiornamento delle relative app dei fornitori. 

Così viene meno uno degli elementi distintivi tra iOS e Android, con il chiaro intento di Apple di favorire il passaggio da un'ambiente all'altro. Molti osservatori ritengono infatti che l'assenza del File Manager sia uno dei principali motivi che blocca l'eventuale migrazione degli utenti Android verso la mela. 

Un'altra interessante novità l'abbiamo "scoperta" usando la rivisitata Mail di iOS:  senza abbandonare l'applicazione si possono aprire file, per esempio pdf per annotarli o firmarli. Terminata l'operazione si può condividere in modo classico il file – da Mail a WhatsApp, note, messaggi, eccetera. Una funzione che fa pensare a uno dei punti di forza del Galaxy Note (presto sarà Note 8) con la sua S Pen. Chissà, dopo l'introduzione del pennino per iPad Pro, magari in futuro lo vedremo anche sul nuovo iPhone Plus? Apple si sta davvero incamminando su questa strada?

Fotocamera, swipe per gli effetti

ios 11 camera

Ci sono novità anche per la gestione della fotocamera. Partendo dal collaudato sistema Live foto di iPhone  – che accanto alla foto registra un brevissimo filmato – adesso con uno swipe verso l'alto è possibile accedere ad una sezione effetti, per esempio per creare una gif animata, effetto loop, eccetera. C'è poi un nuovo codec per la sezione video. Grazie al nuovo sistema di compressione delle immagini, adesso a parità di qualità occupano meno spazio sul dispositivo,: la compressione ottenuta è davvero sorprendente.

É migliorato il 3D Touch e finalmente è possibile regolare con immediatezza e con gradualità Audio e Luminosità del dispositivo.

Ecosistema Apple

ios 11 app store

L'App Store è stato completamento ridisegnato. Si passa dalla classica visualizzazione attuale a uno stile magazine. Insomma, uno store da scorrere e da sfogliare, con grandi schede di approfondimento. Il lavoro grafico svolto è davvero di grande impatto.

Apple Pay è stato rivisto con la possibilità di trasferire denaro tramite iMessage. Ovviamente se entrambi gli utenti fanno parte dell'ecosistema Apple e hanno completato la configurazione di Apple Pay. 

Connessioni Condivise. Con la funzione invito è possibile invitare un amico con un dispositivo nelle vicinanze a utilizzare la connessione Wi-Fi alla quale si è connessi.

Alla guida.  La funzione non disturbare riconosce se sei alla guida e blocca messaggi e chiamate avvisando chi ti cerca che sei al volante e in movimento.

Siri. Notevolmente migliorato il sistema di Machine Learning che è alla base del funzionamento di Siri. Adesso è più rapido più preciso e decisamente più naturale nell'approccio.

Mappe. Debuttano nei luoghi chiusi: aereoporti, stazioni ferroviarie, eccetera, ma non ancora in Italia. 

Conclusioni

ios 11 general

Il nuovo iOS presenta tante novità, ma siamo all'inseguimento del più importante concorrente. Ci sono molte nuove funzioni rivisitate che ricalcano quelle già presenti sui dispositivi Android. Insomma, nessuna novità killer. Il nuovo sistema operativo migliora costantemente l'esperienza e la facilità d'uso dei dispositivi, ma da Apple ci aspettiamo qualcosa di più che gestire l'esistente.