Tom's Hardware Italia
Android

Asus Transformer Book V: 5 in 1 con Android e Windows

Asus annuncia tre nuovi tablet convertibili: Transformer Book T300 Chi, Transformer Book V e Transformer Book Flip.

Asus esordisce al Computex con una ventata di novità nell'ambito dei tablet convertibili. Gli annunci comprendono infatti il Transformer Book T300 Chi, il Transformer Book V e il Transformer Book Flip. Il più interessante è senza dubbio il Transformer Book V, con doppio sistema operativo Windows e Android e cinque modalità di funzionamento fra cui notebook, tablet e smartphone.

Si tratta probabilmente del prodotto più atteso di Asus, ed è in sostanza la risposta a chi chiede un prodotto unico per svolgere qualsiasi attività. Il concetto di partenza non differisce molto da quello del PadFone, dato che al centro del prodotto c'è uno smartphone, che si inserisce in un tablet e che a sua volta si collega a una tastiera dock che lo trasforma in un notebook. Le differenze però sono sostanziali.

Asus Transformer Book V

Andando per ordine, lo smartphone è un prodotto con schermo da 5 pollici, spessore di 11 millimetri e peso di 140 grammi. La configurazione prevede un processore quad-core Atom a 64-bit, affiancato da 2 GB di memoria RAM, 64 GB di spazio di archiviazione interno e batteria da 2500 mAh. Sono previste una fotocamera posteriore da 8 megapixel e una frontale da 2 megapixel.

Quando serve una superficie di visualizzazione maggiore si può inserire lo smartphone in un tablet che ha uno schermo IPS da 12,5 pollici e risoluzione HD. A questo punto potete decidere se usare Android 4.4 con l'hardware dello smartphone, oppure Windows 8.1 con l'hardware del tablet, che prevede processore Intel, 4 GB di memoria RAM e unità di archiviazione SSD da 128 GB. Il tablet pesa 800 grammi, compresa la batteria da 28 Wh che dovrebbe fornire un'autonomia dichiarata di 10 ore in navigazione: un dato ovviamente da verificare in fase di test.

Un prodotto, cinque modalità d'uso

La tastiera dock che si collega al tablet infine consente di usare il prodotto come un notebook, e di beneficiare di maggiore spazio di archiviazione, dato che è integrato un disco fisso da 1 TB. Manca però una seconda batteria.

Le modalità di funzionamento sono quindi le seguenti: notebook Windows, tablet Windows, smartphone Android, tablet Android e notebook Android. Il passaggio da Android a Windows avviene premendo un apposito pulsante.

Davanti a questo prodotto decisamente completo non sembra così eccezionale il Transformer Book T300 Chi, evoluzione naturale della gamma Transformer Book. Si tratta di un tablet con tastiera rimovibile, che alza decisamente l'asticella della risoluzione. Le dimensioni sono le stesse del Transformer Book V (12,5 pollici IPS), ma in questo caso troviamo una risoluzione di 2560 x 1440 pixel decisamente più al passo con i tempi.

Transfromer Book T300 Chi

Asus l'ha definito senza mezzi termini "il convertibile da 12 pollici più sottile al mondo" in virtù dello spessore di 7,3 millimetri, che salgono a 14,3 millimetri con la tastiera dock. Insomma si presenta come il primo vero concorrente di Surface Pro 3, di cui imita anche il sistema di raffreddamento senza ventole.  

La configurazione comprende processori Intel Core a basso voltaggio, ma Asus non è stata più precisa. Il sospetto è che si tratterà di un prodotto della gamma Broadwell. Sappiamo però che sarà affiancato da una unità SSD e da 2 o 4 GB di memoria RAM a seconda delle configurazioni. Il sistema operativo ovviamente è Windows 8.1. Al momento non sono state divulgate altre specifiche, quindi è ancora difficile farsi un'idea, e probabilmente l'esordio ufficiale non ci sarà che fra qualche mese. Certo che se costasse meno di Surface Pro 3 potrebbe essere davvero un'alternativa interessante da valutare per chi cerca un tablet Windows.

Asus Transformer Book Flip

Ultimo della carrellata è il Transformer Book Flip, un'altra variante sul tema che però rientra più nella categoria notebook che in quella tablet. Il design è evidentemente ispirato al Lenovo Yoga, a cui Asus aggiunge un'indiscussa iniezione di potenza. Abbiamo insomma un notebook con lo schermo che ruota di 360 gradi fino a richiudersi sul fondo e con la tastiera, non sganciabile, che resta esposta all'esterno: una soluzione che non ci aveva convinto ma che evidentemente piace.

Vi avevamo già parlato di questo prodotto, di cui adesso oltre al nome ufficiale conosciamo anche la dotazione. Lo schermo da 13,3 pollici touch ha una risoluzione Full HD di 1920 x 1080 pixel. Ci sono poi processori dal Core i3 fino al Core i7 e grafica Nvidia GeForce GT840M con 2 GB di memoria. Sono disponibili anche versioni con schermi da 14 e da 15,6 pollici. I prezzi partono da una base di 750 dollari per i modelli con Core i3, per arrivare a 1100 dollari per il top di gamma con schermo da 15,6 pollici e CPU Core i7. Questa versione però ci sembra poco adatta all'uso come tablet. Che ne dite?