Android

Benessere Digitale, da Google sei nuovi strumenti per disintossicarci dall’eccesso di tecnologia

Google crede molto nel Benessere Digitale, inteso non soltanto come concetto generale di rapporto sano tra uomo e tecnologia, ma proprio come suite di soluzioni e strumenti per aiutarci a disintossicarci da un suo uso eccessivo. Dopo aver introdotto lo scorso anno la suite ora integrata anche nei dispositivi Android, il colosso di Mountain View ha reso disponibili sul Play Store sei nuovi strumenti, chiamati collettivamente Experiments, sei soluzioni per aiutarci a staccare dall’uso compulsivo dello smartphone e dall’ansia legata alle notifiche, per passare dal cosiddetto FOMO (Fear Of Missing Out, ovvero “paura di essere tagliati fuori”) a quello che il CEO Sundar Pichai ha definito JOMO (Joy Of Missing Out, ovvero gioia nell’essere tagliati fuori).

I sei Experiments, che si chiamano rispettivamente Unlock Clock, Post Box, We Flip, Paper Phone, Desert Island e Morph, sono open source e propongono altrettante idee per “staccare” di tanto in tanto e godersi un po’ di relax e la compagnia di parenti e amici.

“‎Speriamo che questi esperimenti ispirino sviluppatori e designer a considerare il benessere digitale in tutto ciò che progettano e fanno. Tutto il codice è open source e guide utili e suggerimenti sono disponibili per dare il via a nuove idee. Prova gli esperimenti e creane di nuovi. Più persone vengono coinvolte, più tutti possiamo imparare a costruire una tecnologia migliore per tutti” si legge sulla pagina ufficiale.

In particolare ‎Unlock Clock è pensato per aiutarci a riflettere sulla compulsività con cui consultiamo lo smartphone, mostrandoci un contatore col numero di volte in cui sblocchiamo il telefono ogni giorno. Una volta scaricato Unlock Clock non sarà mostrato come un’app ma sarà invece possibile trovarlo nella libreria dei Live Wallpaper.

Post Box invece aiuta a ridurre al minimo le distrazioni, nascondendoci tutte le notifiche fino a un determinato momento stabilito da noi. Sarà sufficiente impostare la frequenza con cui ci verranno mostrate e Post Box si occuperà di organizzarcele per mostrarcele nel modo più efficiente possibile.

Molto carino è ‎We Flip, uno strumento che consente di staccare in gruppo dalla tecnologia, per trascorrere del tempo di qualità insieme, come ad esempio nel caso di una cena o di un’uscita tra amici. Basta aspettare che tutti si uniscano, quindi abbassare insieme l’interruttore digitale e iniziare la sessione.

Il più geniale però è forse Paper Phone, ‎ che ci aiuta a prenderci una pausa dal mondo digitale… trasformandolo in analogico. Paper Phone infatti consente di scegliere le informazioni chiave come contatti, mappe, appuntamenti e altro ancora e stampare tutto su un opuscolo cartaceo che raccoglie tutto ciò di cui abbiamo bisogno nel corso della giornata, in modo da non dover consultare ulteriormente lo smartphone.

Desert Island ci aiuta a trovare la concentrazione invitandoci a scegliere solo le app essenziali per noi ed escludendo tutte le altre per 24 ore.

Morph fa qualcosa di simile, ma in modo più dinamico e preciso. Con quest’app infatti potremo suddividere la nostra giornata in spazi diversi, come ad esempio lavoro, tempo libero, sport, vacanze etc. decidendo per ciascun contesto quali app utilizzare. In questo modo, a seconda dell’orario del giorno e del contesto, il nostro smartphone si adatterà a noi e alle nostre esigenze, piuttosto che il contrario, fornendoci esclusivamente ciò di cui abbiamo davvero bisogno.