Tom's Hardware Italia
Android

Facebook: ecco Libra, la criptovaluta a misura di smartphone

Facebook ha annunciato la sua piattaforma di criptovaluta Calibra che utilizzerà la criptomoneta Libra che arriverà nel 2020 e sarà gestita dall'associazione svizzera Libra Association. Tra i membri Mastercard, Visa, Paypal, Uber e Spotify.

Facebook ha svelato i dettagli di Libra. È questo il nome scelto per la nuova criptomoneta per cui sta collaborando con grandi multinazionali per fornire servizi finanziari a un largo bacino di utenza. La società statunitense ha annunciato che il suo team blockchain nell’ultimo anno ha lavorato – e sta lavorando – a una nuova criptovaluta che mira a fornire pagamenti online rapidi e sicuri tramite smartphone in tutto il mondo.

La moneta sarà disponibile nella prima metà del 2020 e sarà gestita in realtà da un’associazione svizzera senza scopo di lucro, la Libra Association, in cui sono coinvolti altri investitori tra cui MasterCard, PayPal, eBay, Spotify, Uber, Vodafone Group e naturalmente anche Facebook. L’investimento minimo di partecipazione è di 10 milioni di dollari. Il potere decisionale spetterà all’intera associazione e non solamente a Facebook – promotrice del progetto – il cui ruolo sarà uguale a quello di tutti gli altri soci.

L’associazione mira ad avere 100 membri al momento del lancio e spera che Libra Blockchain diventi senza autorizzazione entro cinque anni, ossia renderla decentralizzata sulla base del modello bitcoin. Libra Blockchain è aperta a tutti e integra inoltre un software open-source che permette così a entità terze di creare prodotti – come le app – su di essa utilizzando il linguaggio di codifica Move.

Libra sarà una moneta digitale sostenuta da una riserva di attività (Libra Reserve) inclusi depositi bancari e titoli di stato a breve termine. Sarà “una moneta stabile costruita su una blockchain open source sicura e stabile, sostenuta da una riserva di beni reali, e governata da un’associazione indipendente“, si legge nel White Paper. “La nostra speranza è quella di creare più accesso a servizi finanziari migliori, più economici e aperti, indipendentemente da chi sei, da dove vivi, da cosa fai o da quanto hai.” Il fatto di essere supportata da una riserva di beni reali dovrebbe assicurare scalabilità, sicurezza ed efficienza.

Facebook, inoltre, ha creato una sussidiaria chiamata Calibra che offrirà un portafoglio digitale per inviare, ricevere e conservare le Libre. Sarà disponibile come applicazione standalone su smartphone e verrà integrata all’interno di Messenger e WhatsApp. L’obiettivo è quello di rendere disponibile Calibra anche per gli acquisti in app, come per esempio su Instagram.

I dirigenti prevedono che gli utenti acquistino Libra tramite il proprio conto bancario o – per chi ne è privo – in sedi fisiche come le attività di trasferimento di denaro o nei negozi di alimentari. Calibra verificherà l’identità degli utenti che vorranno utilizzare la criptovaluta per prevenire i crimini finanziari. Chiunque si iscriverà, infatti, dovrà condividere un proprio documento di identità e altre informazioni personali.

Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, diventa cruciale il tema della sicurezza dei dati e della privacy. In tal senso, Facebook si è impegnata a non utilizzare i dati Calibra per attività di targeting. I dati personali non verranno mai condivisi se non espressamente chiesto dall’utente o in casi specifici, come una richiesta da parte delle forze dell’ordine.

L’obiettivo dunque è quello di dare accesso “a tutti i tipi di servizi utili a un costo minimo o nullo” rispetto ai metodi tradizionali. “Fin dall’inizio, Calibra ti permetterà di inviare Libra a quasi tutti gli utenti con uno smartphone, in modo semplice e immediato, come se stessi inviando un messaggio di testo e a basso costo. E, nel tempo, speriamo di offrire servizi aggiuntivi per le persone e le imprese, come pagare le bollette con la semplice pressione di un pulsante, acquistare una tazza di caffè con la scansione di un codice o prendere i mezzi pubblici senza bisogno di portare contanti”.

Come già detto, l’arrivo sul mercato è previsto per il 2020 e Libra intende utilizzare la blockchain per offrire i servizi finanziari a quel “1,7 miliardi di adulti che è al di fuori del sistema finanziario senza alcun accesso a una banca tradizionale, anche se un miliardo di loro possiede uno smartphone”.

Il Galaxy S10+ è disponibile in offerta su Amazon. Lo trovate a questo link.